IL PAESE DI GRAMMATICA racconto e schede didattiche

Contenuto esclusivo per gli abbonati: il Paese di Grammatica ebook (Il racconto completo e le schede didattiche in formato pdf)

IL PAESE DI GRAMMATICA, ovvero Grammatica divertente per gli abitanti della Contea degli Studenti

Ho elaborato questo materiale prendendo spunto da un classico della letteratura americana per l’infanzia usato per presentare le nove parti del discorso: “Grammar Land” di M. L. Nesbitt 1878, adattandolo alla grammatica italiana e modificando gli elementi un po’ troppo datati per i bambini di oggi.

La storia si svolge nell’aula di tribunale del Paese di Grammatica, davanti al Giudice di Grammatica e ai suoi due assistenti, l’avvocato Analisi e il dottor Sintassi. In caso di necessità interviene la Critica, che è la polizia del luogo.  Poichè gli abitanti del paese non riescono a vivere in armonia, vengono convocati uno ad uno, e alle riunioni partecipano anche i bambini della Contea degli Studenti, che offrono quando occorre il loro aiuto.

psicogrammatica Montessori scheda dei simboli 1
psicogrammatica Montessori simboli 2

Ho scelto di completare il racconto inserendo i simboli grammaticali montessoriani, che avevo già presentato qui La psicogrammatica Montessori, ma il racconto si presta anche ad essere usato in chiave steineriana, presentandone una puntata alla volta ed accompagnando il racconto a disegni alla lavagna, e disegni riassunti ed esercizi sui quaderni. Avevo già preparato racconti di questo genere, ad esempio la Storia di Misbrigo, Preciso e Giulivo. In questo blog trovate un esempio di lavoro svolto in questo modo (in inglese) Homeschooling Waldorf.

Il racconto è diviso in un’Introduzione e 15 capitoli. Al termine di ogni capitolo troverete una scheda didattica che contiene i compiti che via via vengono assegnati ai bambini della Contea degli Studenti dal Giudice di Grammatica. Questo è il sommario:

– Introduzione: Benvenuti nel Paese di Grammatica

– Capitolo I: Il signor Sostantivo

– Capitolo II: Il signorino Articolo

– Capitolo III: Il signor Pronome

– Capitolo IV: La visita dell’avvocato Analisi alla Contea degli Studenti

– Capitolo V: il signor Aggettivo

– Capitolo VI: Il processo al signor Aggettivo

– Capitolo VII: La lite tra il signor Aggettivo, il signor Pronome e il signor Interiezione

– Capitolo VIII: Il dottor Verbo

– Capitolo IX: Tempi, numeri e persone del dottor Verbo

– Capitolo X: L’avvocato Analisi torna nella Conta degli Studenti

– Capitolo XI: Il signor Avverbio

– Capitolo XII: Il signor Preposizione

– Capitolo XIII: Il signor Congiunzione

– Capitolo XIV: Ancora il dottor Verbo, ovvero l’analisi grammaticale

– Capitolo XV: Il Gran Premio di Grammatica.

Continua a leggere IL PAESE DI GRAMMATICA racconto e schede didattiche

Psicogrammatica Montessori: giochi logici per l’aggettivo

Psicogrammatica Montessori: giochi logici per l’aggettivo per bambini della scuola primaria. Il gioco del detective coi triangoli (indovina l’aggettivo) con tutto il materiale scaricabile e stampabile in formato pdf.

__________________

Presentazione 1

Il gioco del detective coi triangoli

Materiali:

– i 63 triangoli per il gioco del detective (puoi scaricarli gratuitamente qui: triangoli per il gioco dei triangoli)

– i 63 cartelli dei comandi (puoi scaricarli gratuitamente qui: cartelli per il gioco del detective)

– cartellini in bianco (o cartellini pronti)

– penna nera.

gioco del detective Montessori 1

I triangoli hanno:

– tre colori: rosso blu e giallo

– tre dimensioni: grande medio e piccolo

– tre tipi di angolo: rettangolo, acuto e ottuso

– tre tipi di lati: equilatero, isoscele e scaleno.

Questi sono i miei cartellini per il download e la stampa, comprensivi dei 63 cartelli dei comandi, in stampato minuscolo o corsivo:

cartellini per il gioco del detective CORSIVO
cartellini per il gioco del detective STAMPATO MINUSCOLO

Presentazione:

– mettiamo tutti i triangoli in ordine sparso sul piano di lavoro

gioco del detective Montessori 2

– diciamo ai bambini: “Io tra tutti questi voglio solo un triangolo specifico. Riuscirete ad indovinare quale voglio?”

Continua a leggere Psicogrammatica Montessori: giochi logici per l’aggettivo

Psicogrammatica Montessori: giochi logici per la concordanza nome – aggettivo

Psicogrammatica Montessori: giochi logici per la concordanza nome – aggettivo per la scuola primaria col materiale pronto per il download e la stampa in formato pdf.

gioco logico nome aggettivo CORSIVO18
gioco logico nome aggettivo STAMPATO MINUSCOLO 24

In fondo all’articolo trovi la lista dei nomi e degli aggettivi usati, se preferisci realizzare i cartellini in proprio.

__________________

Presentazione 1

il gioco logico per l’aggettivo 

Materiali:

– 10 cartellini neri del nome e 10 cartellini marrone scuro degli aggettivi (set 1)

– simboli grammaticali

– stencil dei simboli grammaticali (facoltativi).

Presentazione:

– invitiamo un gruppo di bambini attorno al tavolo o al tappeto

– diciamo: “Oggi lavoreremo coi nomi e gli aggettivi. Faremo qualcosa di nuovo coi nomi e gli aggettivi”

– invitiamo un bambino a leggere un cartellino del nome

– distribuiamo i cartellini degli aggettivi tra tutti i bambini

– leggiamo il primo cartellino del nome, ad esempio FIORI e chiediamo: “Chi ha un aggettivo che descrive i fiori?”. Un bambino risponderà, ad esempio, PROFUMATI e metterà il cartellino a destra del nome FIORI

gioco del detective Montessori 32
Continua a leggere Psicogrammatica Montessori: giochi logici per la concordanza nome – aggettivo

Psicogrammatica Montessori: la famiglia del nome

La famiglia del nome: presentazione ed esercizi per la scuola primaria, col materiale pronto per il download e la stampa in formato pdf.

famiglia del nome Montessori - articolo nome aggettivo 9
famiglia del nome Montessori - articolo nome aggettivo 10

famiglia del nome versione 1 (bianco e nero e colori) articolo, nome, aggettivo

famiglia del nome Montessori - articolo nome aggettivo 2 7
famiglia del nome Montessori - articolo nome aggettivo 2 8

____________________

Psicogrammatica Montessori: la famiglia del nome

Presentazione 1

Materiali:

– le tre piramidi dei simboli grammaticali Montessori: una grande piramide nera, una piramide media blu scuro e una piramide piccola azzurra

– simboli grammaticali per articolo, nome e aggettivo

– un oggetto (ad esempio un pennarello rosso)

– strisce bianche di carta

– matite colorate

– carta della famiglia del nome (articolo, nome e aggettivo).

Presentazione:

– prepariamo il materiale e invitiamo un gruppo di bambini. Mettiamo le piramidi sul piano di lavoro in modo che i bambini le possano vedere nell’ordine articolo, nome e aggettivo, da sinistra a destra:

famiglia del nome Montessori bn10
Continua a leggere Psicogrammatica Montessori: la famiglia del nome

Psicogrammatica Montessori: la famiglia del nome e il verbo

Psicogrammatica Montessori: la famiglia del nome e il verbo. Presentazioni ed esercizi per bambini della scuola primaria, col materiale pronto per il download e la stampa in formato pdf.

___________________

Presentazione 1

La famiglia del nome e il verbo

Materiali:

– le tre piramidi per il nome, l’aggettivo e l’articolo e la sfera rossa del verbo

– simboli grammaticali

– oggetti della fattoria Montessori (toro nero, bambino),

– penne nere e rosse

– strisce di carta

– grafico della famiglia del nome

– cartellini dei comandi formati da un solo verbo piegati a metà e messi una scatolina o un cestino (salta, saluta, sbadiglia, leggi, cancella, cucina)

– grafico della relazione tra verbo e famiglia del nome:

grafico della relazione tra verbo e famiglia del nome

Presentazione:

– invitiamo un gruppo di bambini attorno al tavolo o al tappeto

– ricapitoliamo insieme quello che sappiamo del nome, dell’aggettivo e dell’articolo con le piramidi

Continua a leggere Psicogrammatica Montessori: la famiglia del nome e il verbo

Psicogrammatica Montessori: aggettivi derivati da nomi propri

Psicogrammatica Montessori: aggettivi derivati da nomi propri. Presentazione ed esercizi per la scuola primaria.

____________________

Presentazione 1

aggettivi di nazionalità

Prerequisiti:

– lezioni introduttive all’aggettivo,

– lezione sui nomi comuni e nomi propri,

– lezione sui suffissi.

aggettivo Montessori 9

Materiali:

– set di cartellini dei nomi propri (carte di controllo);

– set di aggettivi da essi derivati;

– cartellini titolo: nome proprio, aggettivo qualificativo

– simboli grammaticali per nome e aggettivo.

aggettivi derivati da nomi propri CORSIVO 20
aggettivi derivati da nomi propri STAMPATO MINUSCOLO 16

_________________________

Presentazione:

– invitiamo un piccolo gruppo di bambini attorno al tavolo o al tappeto

– ripassiamo insieme quello che sappiamo sui nomi propri

– chiediamo ai bambini: “Come chiamiamo una persona che proviene dall’America? Americano. La parola americano è un aggettivo se si trova accanto a un nome (ad esempio caffè americano). Americano è un aggettivo perché descrive il nome, ci dice un particolare importante sulla cosa o la persona nominata. Gli aggettivi di nazionalità si formano in genere aggiungendo un suffisso al nome proprio della nazione”

Continua a leggere Psicogrammatica Montessori: aggettivi derivati da nomi propri

Psicogrammatica Montessori: il gioco della fattoria per l’aggettivo

Psicogrammatica Montessori: il gioco della fattoria per l’aggettivo. Esercizi per la scuola primaria.

Materiale:

– fattoria Montessori (o altro allestimento in miniatura come casa delle bambole, castello, ecc.)

– set di cartellini per i nomi, gli articoli determinativi e indeterminativi e gli aggettivi

– simboli grammaticali.

Presentazione:

– invitiamo un gruppo di bambini e chiediamo loro di allestire la fattoria

fattoria Montessori 1

– mostriamo le scatole dei simboli grammaticali e mettiamole aperte sul piano di lavoro

fattoria Montessori 1

– formiamo sotto ad ogni scatola una colonna di cartellini che intendiamo usare con gli oggetti della fattoria, corrispondenti alle parti del discorso indicate dai simboli grammaticali

fattoria Montessori 2
fattoria Montessori 8
Continua a leggere Psicogrammatica Montessori: il gioco della fattoria per l’aggettivo

Psicogrammatica Montessori: funzione dell’aggettivo

Psicogrammatica Montessori: funzione dell’aggettivo. Presentazioni ed esercizi per la scuola primaria.

___________________

Presentazione 1

Materiale:

– tre fiori dello stesso tipo ma di colori diversi

– cartellini con articolo in azzurro, aggettivi in blu e nomi in nero: “il fiore rosso”, “il fiore giallo”, “il fiore arancio”

– scatola dei simboli grammaticali.

Simboli grammaticali 3

Presentazione:

– invitiamo un piccolo gruppo di bambini attorno al tavolo o al tappeto

– disponiamo i fiori fuori dal piano di lavoro e chiediamo a un bambino: “Per favore mi porti il fiore?”

Continua a leggere Psicogrammatica Montessori: funzione dell’aggettivo

Psicogrammatica Montessori: l’inventario di classe per l’aggettivo

Psicogrammatica Montessori: l’inventario di classe per l’aggettivo. Esercizi per la scuola primaria.

Materiali:

– cartellini in bianco

– penna nera, blu, azzurra

simboli grammaticali per nome, articolo e aggettivo.

Esercizio:

– invitiamo un gruppo di bambini attorno al tavolo o al tappeto

– diciamo: “Oggi lavoreremo con i nomi, gli articoli e gli aggettivi. Oggi con i nomi, gli articoli e gli aggettivi faremo qualcosa di nuovo.”

Continua a leggere Psicogrammatica Montessori: l’inventario di classe per l’aggettivo

Psicogrammatica Montessori: scatola grammaticale II esercizi

Psicogrammatica Montessori: scatola grammaticale II esercizi per la scuola primaria per l’uso dell’aggettivo in relazione al nome e all’articolo.

Il materiale della SCATOLA GRAMMATICALE II comprende varie serie di cartellini della frase di colore marrone scuro e varie serie di cartellini delle parole di diverso colore:

– marrone chiaro per gli  articoli

– nero per i nomi

– marrone scuro per gli aggettivi

che si scelgono a seconda dell’esercizio che si vuole proporre e si collocano nella scatola grammaticale II:

scatole grammaticali DIY 46

Ciascuna parte del discorso ha un suo codice colore, che è diverso da quello dei simboli grammaticali (ad eccezione del nome e del verbo).

I simboli grammaticali

possono entrare a far parte degli esercizi con le scatole grammaticali: i bambini possono porre i simboli mobili sulle parole scritte nei cartellini della frase, o anche possono copiare le frasi e disegnare i simboli (anche utilizzando gli stencil).

scatola grammaticale II 2

Avere a disposizione le scatole grammaticali di legno è sicuramente la situazione ideale, ma considerando il costo, non è la soluzione alla portata di tutti. Si possono preparare delle bellissime alternative in cartone

o anche sostituire alle scatole delle “tovagliette stampate“.

Si può anche decidere di non utilizzare nulla, e di mettere semplicemente i cartellini sul tavolo, divisi in base al loro codice colore e ponendo sopra di essi dei cartellini-titolo (ARTICOLO, NOME, AGGETTIVO).

Lo stesso discorso vale per le scatole di riempimento e per le scatole dei comandi, che possono essere acquistate in legno, o possono essere facilmente realizzate in cartoncino. Si può anche optare per qualsiasi altra soluzione alternativa: buste di carta colorata, sacchetti di plastica trasparente, cestini, ecc.

Le scatole grammaticali servono all’esercizio del bambino, dopo le presentazioni e le lezioni chiave relative alle parti del discorso che vogliamo esercitare.

I materiali previsti per la scatola grammaticale II sono:

scatola grammaticale II 1

– scatola grammaticale II (qui il tutorial per costruirla: Costruire le scatole grammaticali)

– una scatolina aperta marrone chiaro per il libretto degli elenchi e per il libretto delle regole

– 6 scatoline di riempimento color marrone chiaro contrassegnate IIA, IIB, IIC, IID, IIE, IIF. Si tratta di set di cartellini preparati per parole, frasi, titoli (colori, qualità opposte, dimensioni opposte, stati d’animo opposti, forma, quantità, qualità sensoriali, gradi dell’aggettivo, concordanza nome-aggettivo,…)

cartellini per la SCATOLA GRAMMATICALE II corsivo 18

Tutto il materiale pronto per il download e la stampa si trova qui:

_______________________

Esercizi con la scatola grammaticale II

Continua a leggere Psicogrammatica Montessori: scatola grammaticale II esercizi

Psicogrammatica Montessori: comandi per gli aggettivi

Psicogrammatica Montessori: comandi per gli aggettivi per la scuola primaria.

Il materiale dei comandi per gli aggettivi è formato da 20 buste, ognuna delle quali contiene una scheda per i comandi e cartellini marroni per gli aggettivi contenuti nella scheda.

comandi aggettivi Montessori 1

Il bambino legge ed esegue il comando.

Questo gioco può essere fatto in gruppo, con un bambino che legge a voce alta e un altro che esegue l’azione descritta. I comandi si riferiscono ai materiali sensoriali ed a quelli per la matematica, ma se non si hanno a disposizione possiamo riscriverne altri che implichino l’uso degli oggetti che abbiamo a disposizione.

Esempio di busta:

comandi per gli aggettivi
buste da stampare

buste da stampare in pdf

_____________________

Materiale pronto

Questi sono i cartellini pronti. Se preferite realizzarli in proprio, troverete il contenuto dei contenuti in fondo all’articolo.

Comandi per gli aggettivi (con l’uso dei materiali sensoriale Montessori) stampato minuscolo:

comandi aggettivi Montessori stampato minuscolo 2

Comandi per gli aggettivi (con l’uso dei materiali sensoriale Montessori) corsivo:

comandi aggettivi Montessori corsivo 11

__________________

Comandi per gli aggettivi (senza materiali sensoriale Montessori) stampato minuscolo:

comandi aggettivi stampato minuscolo 16

Comandi per gli aggettivi (senza materiali sensoriale Montessori) corsivo:

comandi aggettivi corsivo 23

____________________

Presentazione

– invitiamo un gruppo di bambini al tavolo

– mostriamo le buste dei comandi per l’aggettivo. Spieghiamo che si tratta di 20 buste chiamate “Comandi per l’aggettivo”, numerate da 1 a 20″.

comandi aggettivi Montessori 2
Continua a leggere Psicogrammatica Montessori: comandi per gli aggettivi

Psicogrammatica Montessori: aggettivi ed esperimenti

Psicogrammatica Montessori: aggettivi ed esperimenti per bambini della scuola primaria.

Maria Montessori indicò lo studio degli aggettivi come un’opportunità per presentare ai bambini alcune proprietà fisiche dei corpi. I bambini leggono i comandi, eseguono dei semplici esperimenti, e scrivono le loro osservazioni. Come per le buste dei comandi,

le schede degli esperimenti sono accompagnate da cartellini marroni sui quali sono scritti gli aggettivi  usati nella scheda.

I materiali necessari per gli esperimenti devono essere preparati in anticipo dall’insegnante.

buste da stampare

buste da stampare in pdf 

____________________

comandi aggettivi Montessori 2
esperimenti aggettivo CORSIVO
esperiemento aggettivo STAMPATO MINUSCOLO 30

cartellini per gli esperimenti e aggettivi STAMPATO MINUSCOLO

_________________________

Busta 1

Continua a leggere Psicogrammatica Montessori: aggettivi ed esperimenti

Scatola grammaticale II – spostamenti

Scatola grammaticale II – spostamenti. Mentre il bambino si esercita con la scatola grammaticale II

utilizzando articoli, nomi e aggettivi, l’insegnante può richiamare le regole grammaticali per la posizione degli aggettivi, effettuando alcuni spostamenti dei cartellini.

comandi aggettivi Montessori 7

Di solito l’aggettivo segue il nome. Se è posto prima del nome, è meno appariscente; se è posto dopo, assume più importanza e ha una forza differente.

Mettiamo che il bambino abbia composto la seguente frase con i suoi cartellini:

comandi aggettivi Montessori 10
Continua a leggere Scatola grammaticale II – spostamenti

Concordanza logica tra nome e aggettivo

Concordanza logica e grammaticale tra nome e aggettivo: presentazione ed esercizi per la scuola primaria.

L’esercizio per la concordanza tra nomi e aggettivi consiste nel disporre due gruppi di cinquanta cartellini, venticinque dei quali (gruppo dirigente) sono nomi, e gli altri venticinque aggettivi. Messi in fila i nomi, il bambino cerca tra gli aggettivi, mescolati insieme, quelli che gli sembrano adatti al nome e ve li pone vicino.

A volte la vicinanza di un nome e di un aggettivo in contrasto tra loro desta la più viva ilarità: i bambini provano ad adattare più aggettivi possibili allo stesso nome, e fanno combinazioni che sono molto divertenti.

Questi sono i due gruppi proposti da Maria Montessori:

Nomi: contadina, casa, zia, mamma, professore, maestra, lavandaia, marinaio, carrettiere, bambino, fanciullo, figlio, pietra, latte, formaggio, carne, vino, disegno, perla, vetro, ragazzina, asino, gallina, topo, vespa, lavagnetta, foglio, panchetto, prisma, vaso, foglia, circolo, pizzicagnolo, testa, gomma, acqua, saponetta, medico, giardiniere, cane, manicotto, gatto, colombo, uomo, ragno, serpente, medicina, nonna, babbo, cassetto (dottoressa, autista, ragazzo, sgabello, cerchio, negoziante, papà)

Aggettivi: allegra, bella, brava, cara, alto, magra, pulita, robusto, abbronzato, buono, stizzito, obbediente, nera, bianco, tenero, fresca, rosso, grazioso, lucente, trasparente, impertinente, paziente, grassa, agile, maligna, rettangolare, bianco, basso, grasso, largo, verde, perfetto, grosso, unta, densa, limpida, odorosa, bravo, bizzarro, arrabbiato, morbido, arruffato, viaggiatore, brontolone, pericoloso, velenoso, amara, indulgente, severo, ordinato.

Per preparare i cartellini ho sostituito i nomi in rosso con quelli in corsivo.

L’esercizio si può eseguire anche collettivamente: si mettono su una tavola i nomi e su un’altra gli aggettivi. I bambini vanno a scegliere prima un nome e poi un aggettivo. Quando tutti hanno scelto, ciascuno legge forte il suo nome e aggettivo.

________________

cartellini per la concordanza nome aggettivo STAMPATO MINUSCOLO 38
cartellini per la concordanza nome aggettivo CORSIVO 35

________________

Concordanza logica tra nome e aggettivo: esercizio 1

Materiali:

– cartellini dei nomi scritti in nero

– un ugual numero di cartellini per l’aggettivo in marrone scuro

concordanza nomi aggettivi Montessori 12

Presentazione:

– invitare un piccolo gruppo di bambini e srotolare il tappeto

– mettere sul tappeto i cartellini dei nomi

concordanza nomi aggettivi Montessori 13
Continua a leggere Concordanza logica tra nome e aggettivo

Psicogrammatica Montessori: flessione dell’aggettivo

Psicogrammatica Montessori: flessione dell’aggettivo per bambini della scuola primaria.

Gli esercizi per la flessione portano i bambini a conoscere una notevole quantità di aggettivi. Il materiale comprende due serie di venti aggettivi maschili (20 + 20) e di venti femminili (20 + 20) nei due numeri singolare e plurale (per un totale di 80 cartellini, 40 singolari e 40 plurali):

Continua a leggere Psicogrammatica Montessori: flessione dell’aggettivo

Psicogrammatica Montessori: esperienze chiave sull’aggettivo

Psicogrammatica Montessori: esperienze chiave sull’aggettivo per bambini della scuola primaria.

Materiali:

– tre fiori di tre diversi colori

– cartellini bianchi

– penna nera, azzurra e blu.

psico grammatica Montessori 1

Presentazione:

– invitiamo un piccolo gruppo di bambini attorno al tavolo o al tappeto

– diciamo: “Abbiamo lavorato a lungo con i nomi e gli articoli”

– “Oggi faremo altre attività con i nomi e gli articoli, e con altre parole”

Continua a leggere Psicogrammatica Montessori: esperienze chiave sull’aggettivo

Psicogrammatica Montessori: i gradi dell’aggettivo

Psicogrammatica Montessori: i gradi dell’aggettivo. Presentazioni ed esercizi per bambini della scuola primaria.

__________________

Presentazione 1

Materiali:

– aste della lunghezza o corde di diverse misure

grado aggettivo Montessori 1

Introduzione orale:

– invitiamo un gruppo di bambini ad unirsi a noi per la presentazione

– mettiamo le aste (o le corde) sul piano di lavoro in ordine crescente

Continua a leggere Psicogrammatica Montessori: i gradi dell’aggettivo

Psicogrammatica Montessori: aggettivi dimostrativi

Psicogrammatica Montessori: aggettivi dimostrativi. Presentazioni ed esercizi per bambini della scuola primaria.

Per gli aggettivi dimostrativi si consigliano lezioni collettive. Si presentano in modo semplice gli aggettivi questo questa questi queste (vicino a noi), codesto codesta codeste e codesti (vicino a voi), quello  quella quegli quei quelle (lontano da voi).

Poi si fanno esercizi orali indicando gli oggetti e facendoli indicare ai bambini, usando in modo corretto gli aggettivi dimostrativi.

Infine si presentano ai bambini i cartelli per i comandi che contengono gli aggettivi dimostrativi (busta 13, 14, 15, 16) :

comandi aggettivi Montessori 2

Carte dei comandi per gli aggettivi:

Continua a leggere Psicogrammatica Montessori: aggettivi dimostrativi

Psicogrammatica Montessori: aggettivi possessivi

Psicogrammatica Montessori: aggettivi possessivi. Presentazioni ed esercizi per bambini della scuola primaria.

Per gli aggettivi possessivi si consigliano lezioni collettive. Si presentano in modo semplice gli aggettivi mio, tuo, suo, nostro, vostro, loro, mia, miei, mie, ecc.

Poi si fanno esercizi orali indicando gli oggetti e facendoli indicare ai bambini, usando in modo corretto gli aggettivi possessivi.

Infine si presentano ai bambini i cartelli per i comandi che contengono gli aggettivi possessivi (busta 17, 18, 19, 20) :

comandi aggettivi Montessori 2

Carte dei comandi per gli aggettivi:

Continua a leggere Psicogrammatica Montessori: aggettivi possessivi

Psicogrammatica Montessori: classificazione degli aggettivi

Psicogrammatica Montessori: classificazione degli aggettivi per bambini della scuola primaria.

Carta della classificazione degli aggettivi

Quando i bambini hanno lavorato con tutti i tipi di aggettivo, possono classificare una selezione dei cartellini usati inserendoli all’interno della tabella per gli aggettivi:

tabella della classificazione degli aggettivi CORSIVO1
tabella della classificazione degli aggettivi STAMPATO MINUSCOLO 2

Tipi di aggettivo

– QUALIFICATIVO (descrittivo): proprietà e qualità delle cose e degli esseri viventi (largo, morbido, rosso…)

– QUANTITATIVO DETERMINATIVO (NUMERALE): risponde alla domanda “Quanti?”. Può essere:  CARDINALE (uno, quattro, tre, quattro, ecc.); MOLTIPLICATIVO (doppio, triplo, quadruplo, ecc.); FRAZIONARIO (mezzo); distributivi (nessuno, altri, ogni)

– QUANTITATIVO INDETERMINATIVO: (alcuno, alquanto, tanto, altrettanto, quanto, molto, poco, del, qualche, parecchio, assai, ogni, tutto, nessuno, punto, ciascuno, qualunque, certo, altro, troppo)

– DIMOSTRATIVO: indicano un particolare posizione nello spazio (questo, codesto, quello, tale, cotale, quale, altro, stesso, medesimo)

– ORDINATIVO: indicano posizione reciproca (primo, secondo, terzo, ecc., ultimo, penultimo, ecc.)

– POSSESSIVO: indicano appartenenza (mio, tuo, suo, nostro, vostro, loro, proprio, altrui).

______________________

I set di cartellini per la scatola grammaticale II (articolo, nome, aggettivo) includono i seguenti tipi di aggettivo:

IIA aggettivi qualificativi

IIB aggettivi qualificativi e loro opposti

IIC aggettivi quantitativi

IID aggettivi qualificativi (qualità sensoriali)

IIE gradi dell’aggettivo

IIF accordo logico nome/aggettivo.

cartellini per la SCATOLA GRAMMATICALE II Montessori 10

_____________________________

Le buste dei comandi per gli aggettivi includono i seguenti tipi di aggettivo:

da 1 a 6: qualificativi

7: quantitativi cardinali

8: quantitativi indeterminativi

9 : quantitativi moltiplicativi e frazionari

da 10 a 12: ordinativi

13 a 16: dimostrativi

da 17 a 20: possessivi.

Comandi per gli aggetti (col materiale sensoriale Montessori) stampato minuscolo
comandi aggettivi Montessori 2

_________________

Esercizio 1

(coi cartellini delle scatole grammaticali)

Materiali:

– tabella per la classificazione dell’aggettivo

– cartellini scelti tra quelli presenti nelle scatoline di riempimento per la scatola grammaticale II

classificazione aggettivo 1

Esercizio:

– mettiamo i cartellini scelti in un cestino e mescoliamoli

– mostriamo la tabella per la classificazione dell’aggettivo, leggiamo i tipi di aggettivo e spieghiamo che cosa sono

Continua a leggere Psicogrammatica Montessori: classificazione degli aggettivi

Psicogrammatica Montessori: aggettivi quantitativi

Psicogrammatica Montessori: aggettivi quantitativi. Presentazioni ed esercizi per la scuola primaria, con i cartellini pronti per il download e la stampa.

L’AGGETTIVO QUANTITATIVO può essere:

DETERMINATIVO (NUMERALE): risponde alla domanda “Quanti?”. Può essere:

1.  CARDINALE (uno, quattro, tre, quattro, ecc.);

2. MOLTIPLICATIVO (doppio, triplo, quadruplo, ecc.);

3. FRAZIONARIO (mezzo);

ORDINATIVO: indicano posizione reciproca (primo, secondo, terzo, ecc., ultimo, penultimo, ecc.)

– INDETERMINATIVO: (alcuno, alquanto, tanto, altrettanto, quanto, molto, poco, del, qualche, parecchio, assai, ogni, tutto, nessuno, punto, ciascuno, qualunque, certo, altro, troppo).

Trovi tutti i cartellini pronti qui:

__________________

Esercizio 1

Cartellini degli aggettivi numerali cardinali e ordinativi

Materiale:

– cartellini degli aggettivi numerali cardinali ed ordinativi.

Cartellini degli aggettivi quantitativi STAMPATO MINUSCOLO 4
Cartellini degli aggettivi quantitativi CORSIVO 9

Esercizio:

– selezioniamo i cartellini che intendiamo usare coi bambini e separiamoli per mezzo di elastici, dividendo i cartellini degli aggettivi numerali cardinali dagli aggettivi ordinativi

aggettivo numerale Montessori 1
Continua a leggere Psicogrammatica Montessori: aggettivi quantitativi

Psicogrammatica Montessori: aggettivi opposti

Psicogrammatica Montessori: aggettivi opposti. Presentazioni ed esercizi per bambini della scuola primaria.

scatola grammaticale II 1

cartellini IIB-1: qualità opposte (cartellini articoli, nomi, aggettivi + cartellini frase)

cartellini IIB-2:  dimensioni opposte (cartellini articoli, nomi, aggettivi + cartellini frase)

cartellini IIB-3:  stati d’animo opposti (cartellini articoli, nomi, aggettivi + cartellini frase)

IIB-1: qualità opposte (cartellini + 7 cartellini frase). Frasi: La mensola larga – la mensola stretta. Il bambino alto – Il bambino basso. La tazza grande – la tazza piccola. Il righello lungo – Il righello corto. Lo spazio ampio – Lo spazio angusto. L’ago appuntito – L’ago arrotondato. Il tessuto spesso – Il tessuto sottile.

IIB-2: dimensioni opposte (cartellini + 6 cartellini frase). Frasi: Il viaggio lungo – il viaggio breve. Il cesto grande – Il cesto piccolo. Il cane enorme – Il cane minuscolo. La strada stretta – La strada ampia. Una fetta spessa – una fetta sottile. Una donna alta – Una donna bassa.

IIB-3: stati d’animo opposti (cartellini + 7 cartellini frase). Frasi: Il pagliaccio allegro – Il pagliaccio triste. Il gigante feroce – Il gigante gentile. Uno sguardo spaventato – Uno sguardo amorevole. Un uomo preoccupato – Un uomo sereno. Il bambino concentrato – Il bambino distratto. Un racconto divertente – Un racconto noioso. Un atteggiamento arrabbiato – Un atteggiamento felice.

cartellini per la SCATOLA GRAMMATICALE II Montessori 10

___________________-

Materiale:

– due set di cartellini contenenti aggettivi opposti

Presentazione:

– radunare un piccolo gruppo di bambini e stendere il tappeto

Continua a leggere Psicogrammatica Montessori: aggettivi opposti

Gioco della fattoria Montessori

Gioco della fattoria Montessori: la mia versione stampabile completa di tutti gli elementi (attrezzi, personaggi, animali, elementi architettonici,…) e dei cartellini per gli esercizi coi simboli grammaticali.

fattoria Montessori 3

La fattoria Montessori tradizionale è un materiale piuttosto costoso, ma così versatile ed utile che non bisogna farsi scoraggiare. Naturalmente la versione originale è davvero molto bella:

NIENHUIS THE FARM

Ma ci si può ingegnare in tantissimi modi per allestire una bellissima fattoria. In rete molte mamme blogger si sono cimentate nell’impresa (consiglio la ricerca nel web per “Montessori grammar farm”).

Set di animali della fattoria di plastica o legno si trovano facilmente, a varie fasce di prezzo. Per gli elementi architettonici si trovano delle bellissime soluzioni in cartone, ad esempio quelle dalla Calafant:

fattoria calafant

Non proprio economici, ma si possono collezionare un po’ alla volta, ci sono gli elementi della serie “Vita nella fattoria” Schleich, con vari accessori:

fattoria schleich

La difficoltà, preparando la fattoria in proprio, è quella di dover preparare il materiale di accompagnamento (cartellini dei nomi e delle altre parti del discorso e frasi per l’analisi logica e grammaticale) in base agli elementi presenti nella nostra fattoria.

Per questo ho preparato una fattoria stampabile, da colorare e allestire praticamente a costo zero, con il materiale di accompagnamento pronto.

Basta stampare gli elementi:

fattoria Montessori 1

Ritagliare lasciando un margine e una base diritta:

fattoria Montessori 2

Colorare e poi scegliere se incollarli su mattoncini da costruzione di legno o plastica, oppure aggiungere una linguetta in cartone o cartoncino:

fattoria Montessori 11
fattoria Montessori elementi 27
cartellini per la FATTORIA MONTESSORI stampato minuscolo 32
cartellini per la FATTORIA MONTESSORI corsivo 37

_______________________

Il lavoro con la fattoria si abbina all’uso dei simboli grammaticali, per questo la prima serie di cartellini segue i colori dei simboli grammaticali, e non quelli delle scatole grammaticali:

fattoria Montessori 12
fattoria Montessori 13
fattoria Montessori 14

Col metodo Montessori abbiamo a disposizione una vastissima gamma di attività diverse per presentare ai bambini le parti discorso. Alcuni possono essere sorprendenti, e la fattoria è uno di questi.

fattoria Montessori 4

La fattoria può essere usata nella Casa dei Bambini per il lavoro sull’arricchimento del linguaggio orale, sulla scrittura e la lettura; è utilissima per presentare le parti del discorso sia nella fascia d’età 3-6, sia in quella 6-9 anni; consente di esercitare l’analisi logica e grammaticale.

fattoria Montessori 5
Continua a leggere Gioco della fattoria Montessori

Psicogrammatica Montessori: scatola grammaticale II

Psicogrammatica Montessori: scatola grammaticale II – presentazione del materiale, e i cartellini di riempimento pronti per il download e la stampa. Con questa scatola i bambini approfondiscono lo studio dell’aggettivo in relazione al nome e all’articolo.

Il materiale per l’analisi delle parole è costituito da varie serie di cartellini della frase di colore marrone scuro e da varie serie di cartellini delle parole di diverso colore:

– marrone chiaro per gli  articoli

– nero per i nomi

– marrone scuro per gli aggettivi

che si scelgono a seconda dell’esercizio che si vuole proporre e si collocano nella scatola grammaticale II.

scatola grammaticale II 3

Secondo le indicazioni di Maria Montessori il bambino legge una frase, prende gli oggetti che vi sono indicati, e poi compone la frase coi cartellini delle parole. Ad esempio, se il cartellino della frase contiene questa indicazione: ‘il colore verde – il colore turchino – il colore rosso’, il bambino prende tre spolette (verde, turchina e rossa) dalla scatola delle spolette dei colori, e le mette sul tavolo. Poi compone la frase la frase ‘il colore verde‘ e pone la spoletta verde accanto alla frase.

scatola grammaticale II 5

Quindi, lasciando sul tavolo i due primi cartellini, cambia solo quello relativo all’aggettivo, e sostituisce ‘verde’ con ‘turchino’, e infine cambia la spoletta verde con quella turchina.

scatola grammaticale II 7

In ultimo ripete la procedura con il colore rosso.

scatola grammaticale II 8

(Nel mio esempio ho utilizzato dei pennarelli al posto delle spolette dei colori. Per realizzare in proprio trovate il tutorial qui: Costruire le spolette dei colori Montessori).

Le frasi originali proposte da Maria Montessori si riferiscono tutte ai materiali sensoriali che si utilizzano nella Casa dei Bambini.

Nella scatola grammaticale II si pongono un certo numero cartellini della frase alla volta (di solito sei), e i relativi cartellini delle parole, che corrispondono alle necessità dell’esercizio e non alle frasi, nel senso che gli articoli ed i nomi non sono ripetuti).

Per chi ha la fortuna di proporre la scatola grammaticale II disponendo del materiale sensoriale in uso nella Casa dei bambini, e se i bambini a cui si propone hanno avuto la fortuna di frequentarla, queste sono le frasi originali:

– senso cromatico: il prisma marrone – il prisma azzurro. Il colore verde – il colore turchino – il colore rosso. I lapis neri – i lapis colorati. L’acqua colorata -l’acqua incolore. Il colore giallo – il colore arancione. Il colore scuro – il colore chiaro;

– senso visivo (dimensioni): l’asta lunga – l’asta corta. Il cubo grande – il cubo piccolo. Il cilindro alto – il cilindro basso. Il prisma marrone grosso – il prisma marrone fino. Il rettangolo largo – il rettangolo stretto. L’incastro solido – l’incastro piano;

– senso visivo (forma): il triangolo equilatero – il triangolo isoscele – il triangolo scaleno. Il triangolo acutangolo – il triangolo ottusangolo – il triangolo rettangolo. L’incastro circolare – l’incastro quadrato- l’incastro rettangolare. La piramide quadrangolare – la piramide triangolare. Il prisma azzurro rettangolare – il prisma azzurro triangolare. La scatola cilindrica – la scatola prismatica.

-senso tattile-muscolare: la superficie piana – la superficie curva. La stoffa ruvida -la stoffa liscia. L’acqua calda – l’acqua fredda. L’acqua tiepida – l’acqua fredda – l’acqua ghiacciata. La tavoletta pesante – la tavoletta leggera. La stoffa morbida – la stoffa dura.

– senso uditivo, olfattivo e gustativo: il rumore forte – il rumore leggero. Il suono acuto – il suono basso. L’acqua odorosa – l’acqua inodore. L’odore buono – l’odore cattivo. Il sapore amaro – il sapore dolce. Il sapore acido – il sapore salato.

cartellini per la SCATOLA GRAMMATICALE II Montessori 10

cartellini per la scatola grammaticale II Montessori

________________________

MATERIALI PREVISTI PER LA SCATOLA GRAMMATICALE II

(con la codifica che ho utilizzato io per la preparazione dei cartellini)

scatola grammaticale II 1

scatola grammaticale II (qui il tutorial per costruirla: Costruire le scatole grammaticali)

Continua a leggere Psicogrammatica Montessori: scatola grammaticale II

Guida didattica Montessori per l’area linguistica dai 6 anni

Come si può vedere la guida è molto ricca. L’elenco serve all’adulto per avere una visione d’insieme, e non è da leggere come una sequenza cronologica in senso stretto.

Il piano di studi vero e proprio deve essere individuale, basato su ogni bambino, tenendo conto dei suoi interessi e dei suoi progressi in un campo piuttosto che in un altro.  Se il bambino, ad esempio, è particolarmente attratto dalla lettura, è bene concentrarsi su di essa, scegliendo nella guida tutte le attività che possono perfezionarla e incentivarla, e attraverso la lettura si può poi arrivare, ad esempio, all’analisi grammaticale o allo studio della punteggiatura. Il vero curriculum è quello che incontra il bambino esattamente dove egli si trova in quel dato momento.

Il consiglio generale per stabilire l’ordine migliore per le presentazioni è dunque quello di seguire gli interessi del bambino e le sue abilità. Detto questo, alcune presentazioni presuppongono la conoscenza di uno o più argomenti precedenti, e questi prerequisiti, quando sono presenti, sono indicati nei vari articoli.

Non ci deve essere l’ansia di seguire un programma, ma a volte può esserci il bisogno di padroneggiare un dato argomento prima di passare a quello successivo.

Il lavoro sul linguaggio inizia con la presentazione della quarta grande lezione cosmica, che si occupa della storia della comunicazione umana e della scrittura.

I bambini passano poi allo studio delle parole. Maria Montessori pensava che l’interesse crescente di un bambino per le parole, invece che per le lettere ed i suoni, fosse l’indizio più importante per considerare un bambino pronto per la scuola primaria.

Da questo punto in poi non c’è un ordine fisso da seguire per le diverse aree tematiche del programma di studi. Come già detto, ci sono alcune lezioni che hanno come prerequisiti altri contenuti.

Ma, ad esempio, questo non significa che dopo lo studio delle parole il bambino debba per forza passare allo studio della punteggiatura.

Allo stesso modo può essere un buon consiglio quello di non affrontare l’analisi logica prima di aver lavorato su un certo numeri di argomenti di analisi grammaticale, ma non occorre completare tutti gli argomenti della prima, prima di introdurre la seconda.

La nostra pianificazione delle presentazioni deve avere l’obiettivo di facilitare il successo nell’apprendimento del bambino, e non deve essere uno schema rigido che, per essere seguito, rischia di forzare il bambino stesso in campi per i quali in realtà non è pronto.

Guida didattica Montessori per l’area linguistica dai 6 anni

 1 INTRODUZIONE

1.0 Le dieci regole d’oro di Maria Montessori e l’autovalutazione dell’insegnante

1.1 Osservazioni sul linguaggio nella scuola d’infanzia

1.2 Approfondimenti sul linguaggio orale

1.3 L’area linguistica nella scuola primaria in chiave montessoriana

1.4 Il programma di insegnamento della lingua nella scuola elementare

1.5 Imparare a scrivere e leggere dopo i 6 anni col metodo Montessori

1.6 Il linguaggio orale nella scuola primaria

1.7 Insegnare l’uso del dizionario col metodo Montessori

Continua a leggere Guida didattica Montessori per l’area linguistica dai 6 anni

AGGETTIVO E PRONOME INTERROGATIVO esercizi

AGGETTIVO E PRONOME INTERROGATIVO esercizi per la classe quinta della scuola primaria, scaricabili e stampabili gratuitamente in formato pdf.

AGGETTIVO E PRONOME INTERROGATIVO

pdf QUI:

_____________________________

Questo è il contenuto:

AGGETTIVO E PRONOME INTERROGATIVO esercizi per la classe quinta

Sottolinea in rosso gli aggettivi interrogativi e in verde i pronomi interrogativi:

Nei tempi antichi capitò alla corte di re Alboino un contadino di nome Bertoldo, il quale era bruttissimo di aspetto, ma di vivacissimo ingegno. Quando il re Alboino lo scorse, credendolo un buffone, gli chiese: “Chi sei? Quando nascesti?”. Bertoldo rispose pronto: “Sono un uomo; nacqui quando la mia mamma mi dette alla luce”. “Ma come ti chiami?”, insistette il re. “Io non mi chiamo. Mi chiamano gli altri. E a chi mi chiama rispondo”. Al re piacquero le risposte ingegnose del contadino e seguitò a interrogarlo.

“Qual è il giorno più lungo?” “Quello che passiamo senza mangiare!”. Quale donna balla sempre sull’acqua e mai si lava i piedi?” “La barca!”. “Chi si serra in prigione da se stesso?” “Il baco da seta!”. “Chi non è voluta da nessuno in casa?” “La colpa!”. Qual è la cosa più brutta di un giovane?” “La disobbedienza!”.

Completa con un aggettivo interrogativo appropriato:

Continua a leggere AGGETTIVO E PRONOME INTERROGATIVO esercizi

AGGETTIVO QUALIFICATIVO E I SUOI GRADI esercizi

AGGETTIVO QUALIFICATIVO E I SUOI GRADI esercizi per la classe quinta della scuola primaria scaricabili e stampabili gratuitamente in formato pdf.

L’aggettivo qualificativo può esprimere una qualità in gradi diversi:

– è di grado positivo quando esprime una qualità normale

– è di grado comparativo di maggioranza quando, fatto il confronto fra persone, animali o cose, l’uno possiede una qualità in quantità maggiore dell’altro. Si esprime con: più… di; più… che

– è di grado comparativo di minoranza quando, fatto il confronto tra persone, animali o cose, l’uno possiede una qualità in quantità minore dell’altro. Si esprime con: meno… di; meno… che

– è di grado comparativo di uguaglianza quando, fatto il confronto tra persone, animali o cose, l’uno e l’altro possiedono una qualità in quantità uguale. Si esprime con: tanto… quanto; così… come.

L’aggettivo qualificativo può essere alterato per dare l’idea di una qualità in misura diversa dal normale.

Per esprimere una qualità al grado più alto, al grado superlativo assoluto, si altera l’aggettivo con l’aggiunta di –issimo. Così: bello-bellissimo; caldo-caldissimo.

Si può ugualmente dare l’idea di quantità al grado superlativo assoluto in questo modo:

1. unendo all’aggettivo di grado positivo le parole molto o assai (molto bello, assai bello)

2. unendo due aggettivi adatti di grado positivo (pieno zeppo, stanco morto)

3. scrivendo due volte lo stesso aggettivo di grado positivo (bello bello, caldo caldo)

4. premettendo all’aggettivo le parole super, stra, extra, sopra, ultra (superflessibile, straricco, ultraforte).

L’aggettivo qualificativo è di grado superlativo relativo quando esprime una qualità al massimo grado, ma in relazione ad un gruppo di persone, animali o cose presi in considerazione. Il grado superlativo è sempre introdotto da: il più, la più, i più, le più.

Alcuni aggettivi, oltre alla forma comune, riprendono dal latino un’altra forma caratteristica per il comparativo ed il superlativo, così:

– grande: più grande, grandissimo, il più grande; o anche maggiore, massimo, il maggiore

– piccolo: più piccolo, piccolissimo, il più piccolo; o anche minore, minimo, il minore

– buono: più buono, buonissimo, il più buono; o anche migliore, ottimo, il migliore

– cattivo: più cattivo, cattivissimo, il più cattivo; o anche peggiore, pessimo, il peggiore.

Alcuni aggettivi hanno il superlativo irregolare:

misero – miserrimo

celebre – celeberrimo

salubre – saluberrimo

integro – integerrimo

aspro – asperrimo

acre – acerrimo

benefico  beneficentissimo

magnifico – magnificentissimo

benevolo – benevolentissimo

munifico- munificentissimo.

AGGETTIVO QUALIFICATIVO E I SUOI GRADI

pdf QUI:

______________________

Questo è il contenuto:

AGGETTIVO QUALIFICATIVO E I SUOI GRADI esercizi per la classe quinta

Aggiungi uno o più aggettivi appropriati:

treno ______________________________________________________________________________

malattia ______________________________________________________________________________

componimento________________________________________________________________________

tramonto______________________________________________________________________________

pace ______________________________________________________________________________

soldato ______________________________________________________________________________

scrittore ______________________________________________________________________________

palazzo ______________________________________________________________________________

alba ______________________________________________________________________________

guerra ______________________________________________________________________________

collina ______________________________________________________________________________

libro ______________________________________________________________________________

poesia ______________________________________________________________________________

primavera_____________________________________________________________________________

acqua ______________________________________________________________________________

vino ______________________________________________________________________________

cane ______________________________________________________________________________

madre ______________________________________________________________________________

bosco ______________________________________________________________________________

pioggia ______________________________________________________________________________

Aggiungere un nome adatto:

Continua a leggere AGGETTIVO QUALIFICATIVO E I SUOI GRADI esercizi

AGGETTIVI ALTERATI esercizi per la quinta classe

AGGETTIVI ALTERATI esercizi per la quinta classe della scuola primaria, scaricabili e stampabili gratuitamente in formato pdf.

AGGETTIVI ALTERATI esercizi per la quinta classe

pdf QUI:

_____________________

Questo è il contenuto

AGGETTIVI ALTERATI esercizi per la quinta classe

Sostituire le parole tra parentesi con aggettivi alterati adatti. Esempio: (un po’ vecchio) = vecchiotto.

Questa giacca è ormai (un po’ vecchia) __________________ ed è ora di sostituirla con un’altra. Quel (brutto villano) __________________  ha risposto sgarbatamente alla vecchia signora. Quel giocattolo mi pare sia (un po’ troppo caro) __________________ . Nella bottiglia c’era un liquido di colore (quasi bianco) __________________ . Quel bimbo è spesso (un po’ nervoso) __________________ . Quando l’anno scolastico volge al termine, sei (un po’ pallido) __________________  e (alquanto magro) __________________ . Quella bevanda ha un sapore (sgradevolmente dolce) __________________ . Quel cibo aveva un sapore (un po’ amaro) __________________ . Marzo è (piuttosto pazzo) __________________ .

Componi una frase in cui appaiano i seguenti aggettivi alterati:

Continua a leggere AGGETTIVI ALTERATI esercizi per la quinta classe

Gradi dell’aggettivo qualificativo esercizi per la terza classe

Gradi dell’aggettivo qualificativo esercizi per la terza classe della scuola primaria, scaricabili e stampabili gratuitamente in formato pdf.

Gradi dell’aggettivo qualificativo esercizi per la terza classe

QUI:

Questo è il contenuto:

Con ognuna delle coppie di nomi, forma una frase nella quale l’aggettivo indicato sia usato al grado comparativo di  maggioranza:

piombo – ferro – pesante

Luigi – Antonio – studioso

aeroplano – treno – veloce

nonna – mamma – vecchia

balena – elefante – grossa

libri – giocattoli – utili

Milano – Cremona – grande

papà – mamma – severo

fratello – sorella – obbediente

nonna – mamma – paziente

Continua a leggere Gradi dell’aggettivo qualificativo esercizi per la terza classe

Aggettivo possessivo esercizi per la terza classe

Aggettivo possessivo esercizi per la terza classe della scuola primaria, scaricabili e stampabili gratuitamente in formato pdf.

Aggettivo possessivo esercizi per la terza classe

QUI:

Questo è il contenuto:

Completa le seguenti frasi inserendo negli appositi spazi un aggettivo possessivo appropriato:

Il bado a me e alle ______________ cose, tu bada alle tue.

Penso che oggi venga la ______________ mamma a parlare col maestro.

Perché non confidi nei ______________ amici?

Angelo pensa ai ______________  piccoli dispiaceri e non sa vedere gli ______________ dolori.

Perché non curate i ______________ libri come i muratori curano i ______________ attezzi?

Ho dato a Luigi la ______________ matita ed egli mi ha dato la ______________ gomma.

Continua a leggere Aggettivo possessivo esercizi per la terza classe

Aggettivo dimostrativo esercizi per la terza classe

Aggettivo dimostrativo esercizi per la terza classe della scuola primaria, scaricabile  e stampabile gratuitamente in formato pdf.

Aggettivo dimostrativo esercizi per la terza classe

QUI:

Questo è il contenuto:

Riconosci e sottolinea gli aggettivi dimostrativi contenuti nelle seguenti frasi:

A me piacque sempre questo angolo di giardino: mio fratello preferì l’ombra di quel pesco.

Va’, soccorri quel bambino che è spaventato dallo stesso cane che ieri ha rincorso Giorgio.

Questa giacca non è della stessa stoffa di codesto tuo vestito.

Hai il medesimo vestito di ieri?

Continua a leggere Aggettivo dimostrativo esercizi per la terza classe

Aggettivo numerale esercizi per la terza classe

Aggettivo numerale esercizi per la terza classe della scuola primaria.

Se ad un nome si aggiunge un numero, gli aggettivi uno, due, tre, quattro, cinque, sei, ecc… sono numeri cardinali.

Se ad un nome si aggiunge un posto di merito o di classifica, gli aggettivi primo, secondo, terzo, quarto ecc… sono numerali ordinali.

Ricopia completando con un aggettivo numerale cardinale:

Noi abbiamo ____________________ occhi.

Ho ____________________ dita per ogni mano.

L’automobile ha ____________________ ruote.

Il lustro è formato da ____________________ anni.

In mezzo secolo ci sono ____________________ anni.

La gallina ha ____________________ zampe.

Il trimestre è di ____________________ mesi.

Febbraio ha ____________________ giorni negli anni normali e ____________________giorni negli anni bisestili.

Continua a leggere Aggettivo numerale esercizi per la terza classe