Tavola forata Montessori per la memorizzazione della divisione

Tavola forata Montessori per la memorizzazione della divisione. Presentazioni ed esercizi per bambini della scuola primaria. Per le presentazioni che seguono ho fotografato il materiale prodotto da Montessori 3D di Boboto.

Per poter lavorare con la tavola forata della divisione i bambini devono avere una solida conoscenza dei meccanismi dell’addizione, della sottrazione e della moltiplicazione, perchè la divisione è un’operazione che ha in sé tutte le altre.

E’ soprattutto importante che il bambino sappia lavorare con sicurezza con la tavola per la memorizzazione della moltiplicazione.

Trovi tutto il materiale stampabile pronto:

– moduli della divisione versione 1

– moduli della divisione versione 2

– cartellini delle divisioni da svolgere

– tabella di controllo I della divisione

qui:

Gli esercizi collettivi ed i giochi organizzati con le perle dorate danno al bambino una prima rappresentazione materiale della funzione della divisione. Queste attività introduttive vengono poi sostituite con esercizi paralleli svolti con un altro tipo di materiale. Questo materiale si presta all’attività individuale e prepara all’esecuzione dell’operazione scritta. Si tratta di:

Continua a leggere Tavola forata Montessori per la memorizzazione della divisione

La catena del 100 Montessori: presentazioni ed esercizi

La catena del 100 Montessori: presentazioni ed esercizi per bambini della scuola d’infanzia e primaria.

La catena del 100 Montessori: presentazioni ed esercizi per bambini della scuola d’infanzia e primaria. Come già spiegato qui:

 la catena del 100 mostra ai bambini la scomposizione lineare del quadrato del 10. L’esercizio, che consiste nel contare per gruppi di perle, è una preparazione alla moltiplicazione e allo studio del quadrato dei numeri. Le perle usate nelle presentazioni sono di  Montessori 3D di Boboto.

_____________________

Presentazione 1

Materiali:

– catena del 100

– quadrato del 100

– tappeto

– frecce per contare la catena del 100 in una busta

– vassoio.

Presentazione:

– invitiamo il bambino ad unirsi a noi nell’esercizio e chiediamogli di srotolare il tappeto lungo

– andiamo allo scaffale delle perle colorate, indichiamo la catena del 100 e diciamo: “Oggi lavoreremo insieme con la catena del 100”

– portiamo la catena sul tappeto tenendola con due mani per le due estremità

– chiediamo al bambino di portare il vassoio col quadrato del 100 e la busta delle frecce

– posiamo la catena sul tappeto quindi distendiamola in tutta la sua lunghezza

– mettiamo sul tappeto le frecce per contare, con l’aiuto del bambino, raggruppate in unità, decine e centinaia

– lentamente raccogliamo la catena del 100 per formare un quadrato e chiediamo al bambino: “Lo riconosci? Sembra il quadrato del 100

Continua a leggere La catena del 100 Montessori: presentazioni ed esercizi

La catena del 1000 Montessori: presentazioni ed esercizi

La catena del 1000 Montessori: presentazioni ed esercizi per bambini della scuola d’infanzia e primaria.

Come spiegato meglio qui 

la catena del 1000 rappresenta la scomposizione lineare del cubo del 1000. Il cubo di 1000 perle può essere scomposto in dieci quadrati e ciascuno di essi in dieci bastoncini, ognuno di dieci perle. Lasciando questi uniti soltanto per le estremità, otterremo una catena lunghissima che ci dà l’impressione della quantità, il migliaio, più esatta di quella che ci viene fornita dal cubo.

_______________

Presentazione 1

Materiale:

– catena del 1000

– 1 cubo del 1000

– 10 quadrati del 100

– una lunga striscia di tessuto o carta

– frecce per contare la catena del 1000.

pdf qui:

Presentazione:

– mostriamo al bambino come trasportare la catena , tenendola fra le dita di una mano in questo modo:

Continua a leggere La catena del 1000 Montessori: presentazioni ed esercizi

Lo scaffale delle perle colorate Montessori: presentazione generale

Lo scaffale delle perle colorate Montessori: presentazione generale. In questo materiale troviamo i numeri da 1 a 9. A questi si aggiunge il quadrato del 10, che i bambini hanno già incontrato col materiale del sistema decimale (perle dorate).  Nello scaffale delle perle colorate avremo quindi 1 x 1 – 2 x 2 – 3 x 3 – 4 x 4 – 5 x 5 – 6 x 6 – 7 x 7 – 8 x 8 – 9 x 9 – 10 x 10. Nelle presentazioni che seguono il materiale fotografato è di Montessori 3D di Boboto.

Oltre al quadrato, abbiamo anche per ogni numero la sua rappresentazione moltiplicata per tre volte, cioè il suo cubo. Avremo quindi le rappresentazioni di: 1 x 1 x 1 – 2 x 2 x 2 – 3 x 3 x 3 – 4 x 4 x 4 – 5 x 5 x 5 – 6 x 6 x 6 –  7 x 7 x 7 – 8 x 8 x 8 – 9 x 9 x 9 – 10 x 10 x 10.

I bambini hanno già incontrato il quadrato e il cubo del 10 col materiale delle perle dorate, dove hanno imparato a conoscere il quadrato formato da 10 x 10 =  100 e il cubo formato da 100 x 10 = 1000 perle:

Quadrato di un numero è il nome che usiamo per la seconda potenza e cubo quello per la terza potenza. I nomi (quadrato e cubo) e la forma che il materiale permette di mostrare anche a livello sensoriale permettono di considerare i numeri da un punto di vista geometrico.

Continua a leggere Lo scaffale delle perle colorate Montessori: presentazione generale

Quadrati e catene di perle colorate Montessori: presentazioni ed esercizi

Quadrati e catene di perle colorate: presentazioni ed esercizi per bambini della scuola d’infanzia e primaria.

Tra i materiali presenti in una classe Montessori, lo scaffale delle perle colorate è uno dei più attraenti per i bambini, che ne apprezzano la bellezza, la semplicità e l’eleganza. Tutti i bambini aspirano ad utilizzarlo, ed i più piccoli, che ancora non sono pronti per l’attività, spesso guardano con stupore ed ammirazione i compagni più grandi impegnati negli esercizi con le perle colorate. Le perle organizzate nello scaffale sono bellissime ed i bambini più grandi, d’altra parte, attendono con ansia la loro disponibilità per iniziare a disporre e contare ogni catena.

Mentre l’adulto riconosce facilmente il valore concreto delle attività, conoscendo già i concetti di quadrato e cubo di un numero, per il bambino si tratta di un’esperienza diversa.

Per ogni numero lo scaffale contiene catene corte, quadrati che corrispondono alle catene corte, catene lunghe e cubi che corrispondono alle catene lunghe.

L’uso del materiale permette il raggiungimento di diversi scopo diretti e indiretti; con i bambini più piccoli il primo scopo è quello di imparare a contare e accompagnare verso l’astrazione. La transizione verso l’astratto, cioè il passaggio dagli oggetti tangibili (le perle) ai soli numeri, richiede molta pratica, e lo scaffale delle perle colorate offre la possibilità di fare tantissimi esercizi interessanti.

Lavorando con questo materiale i bambini sono continuamente rassicurati dai loro progressi. Lavorando in modo indipendente, vedono la conferma che i numeri scritti corrispondono al numero di perle che possono contare  fisicamente. Quando saranno pronti per farlo, lasceranno il materiale per risolvere problemi direttamente sulla carta.

Attraverso il loro impegno in questo lavoro che è protratto nel tempo e che richiede una grande quantità di spazio fisico, pazienza, concentrazione e determinazione, i bambini arrivano ad apprezzare il concetto di moltiplicazione ed a capire cosa significa quadrato di un numero e cubo di un numero. E’ un materiale che richiede al bambino abilità manuali, senso dell’ordine e tenacia, e quando arriva a fare l’associazione tra concreto ed astratto si può davvero vedere la gioia della scoperta nei suoi occhi.

Trovi una presentazione generale del materiale qui: Presentazione generale dello scaffale delle perle colorate.

_________________

Presentazione 1 – scala di perle

Continua a leggere Quadrati e catene di perle colorate Montessori: presentazioni ed esercizi

Cubi e catene di perle colorate Montessori: presentazioni ed esercizi

Cubi e catene di perle colorate: presentazioni ed esercizi.

Le catenelle dello scaffale delle perle colorate consentono una rappresentazione concreta della numerazione per 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9 e 10, del quadrato e del cubo dei numeri.

Il materiale viene proposto nella Casa dei Bambini (dai 5 anni d’età circa) per dimostrare a livello sensoriale il concetto che sta alla base del conteggio lineare e del procedere della numerazione nel sistema decimale. Questo avviene prima con la catena del 100,

poi con la catena del 1000,

poi con le catene corte di perle colorate (catene del quadrato)

e infine con le catene lunghe.

Oltre alla possibilità di esercitarsi con le numerazioni, il materiale delle perle colorate fornisce una rappresentazione concreta di concetti matematici astratti. Anche se i bambini nella Casa dei Bambini non sono in grado di verbalizzare questi concetti, sono in grado di rappresentarli. Grazie al materiale dello scaffale delle perle colorate si ha la dimostrazione concreta delle varie numerazioni, del concetto di multiplo di un numero, del concetto di quadrato e cubo di un numero e quindi di potenza.

Questo apprendimento concreto apre la strada per le future scoperte scientifiche che avverranno nella scuola primaria.  Sarà allora che il bambino guarderà a questo materiale con occhi nuovi e dirà: “Ho già lavorato con questo materiale quando ero piccolo, ma adesso ho capito!”. Nella scuola primaria, infatti, il bambino costruirà sulle sue esperienze precedenti la conoscenza delle potenze, dei multipli e delle regole di divisibilità.

_________________________

Presentazione 1

Continua a leggere Cubi e catene di perle colorate Montessori: presentazioni ed esercizi

Matematica Montessori: le tavole della divisione

Matematica Montessori: le tavole della divisione scaricabili e stampabili in formato pdf con presentazioni ed esercizi per bambini della scuola d’infanzia e primaria.

Le tavole della divisione servono al bambino per lavorare con le divisioni i cui dividendi danno almeno una volta quozienti senza resto. Presentazioni per la tavola forata della divisione qui: TAVOLA FORATA DELLA DIVISIONE.

La tavola I è quadrettata e contiene 36 dividendi dall’81 all’1 nella riga superiore. Le caselle dei numeri primi (7 5 3 2 1) sono colorate perchè si tratta di numeri primi.

I divisori da 9 a 1 si trovano disposti lungo il margine sinistro della tavola.

Nei quadretti interni si trovano i quoti.

La tavola I è essenzialmente una tavola di controllo, e può essere usata per verificare le divisioni esatte eseguite con la tavola forata, o quelle eseguite con la tavola II.

Continua a leggere Matematica Montessori: le tavole della divisione

Tavola forata Montessori per la memorizzazione della moltiplicazione

Tavola forata Montessori per la memorizzazione della moltiplicazione. Presentazioni ed esercizi per bambini della scuola primaria.

Lo scopo di questo materiale è la memorizzazione del risultato di tutte le combinazioni ottenute ripetendo i numeri da 1 a 9, da una a 9 volte.

L’esercizio è così semplice che si può proporre a bambini fra i 5 anni e mezzo  e i 6 anni.

Si tratta di una tavoletta quadrata con 100 incavi (100 = 10 x 10), in ciascuno dei quali si può collocare una perla. In alto, come intestazione delle colonne verticali di incavi, sono stampati i numeri da 1 a 10. Nella parte sinistra della tavoletta, in posizione mediana, si trova un incavo nel quale è possibile inserire un cartoncino su cui è stampato in rosso uno dei numeri da 1 a 10. Questo cartoncino, che riveste il ruolo di moltiplicando, è intercambiabile. Nell’angolo in alto a sinistra c’è un grande incavo circolare, che serve ad alloggiare un gettone rosso che va collocato sui numeri che rappresentano le volte; questo gettone cambierà continuamente posto, seguendo la tabellina in azione. Completa il materiale una scatolina contenente 100 perle sciolte.

Tutto il materiale stampabile presente in questo articolo:

– moduli della moltiplicazione

– Tavola I della moltiplicazione

– cartellini delle moltiplicazioni da svolgere

– cartellini delle addizioni per la tavola forata della moltiplicazione

– moduli per la ricerca dei fattori

– cartellini dei prodotti 

è disponibile, pronto per la stampa, qui:

L’esercizio, come descritto da Maria Montessori, è molto semplice: supponiamo di voler moltiplicare il 6 per la serie dei numeri da 1 a 10. Avremo: 6 x 1, 6 x 2, 6 x 3, 6 x 4, 6 x 5, 6 x 6, 6 x 7, 6 x 8, 6 x 9, 6 x 10:

– inseriamo nella casella di sinistra il cartoncino col numero 6

Continua a leggere Tavola forata Montessori per la memorizzazione della moltiplicazione

Tutorial per costruire gli incastri delle frazioni Montessori

Tutorial per costruire gli incastri delle frazioni (o settori circolari delle frazioni) Montessori con cartamodelli e istruzioni. Gli incastri delle frazioni sono dieci piastrelle quadrate identiche nelle quali si incastra un identico cerchio rosso. L’incastro rosso è suddiviso dall’intero ai 10/10. Il materiale classico è in legno o in metallo, ma può essere facilmente realizzato utilizzando cartoncino o gomma Eva.

________________________

Tutorial

Materiale occorrente:

– cartoncino colorato

– gomma Eva o cartone colorato (o compensato)

– forbici e taglierino

– colla stick

– colla a caldo

– perle di legno o plastica per i pomoli

– matita

– cartamodelli (oppure compasso e goniometro)

Cartamodello:

 Come si fa:

stampiamo e ritagliamo i modelli:

Continua a leggere Tutorial per costruire gli incastri delle frazioni Montessori

Incastri delle frazioni Montessori – presentazioni ed esercizi

Incastri delle frazioni Montessori – presentazioni ed esercizi che comprendono esplorazione sensoriale, nomenclatura, lettura e scrittura di frazioni, addizione e sottrazione di frazioni con lo stesso denominatore, moltiplicazione e divisione di frazioni per un numero intero, equivalenze tra frazioni.

Gli incastri delle frazioni sono dieci piastrelle quadrate (bianche o verdi) identiche nelle quali si incastra un identico cerchio rosso. L’incastro rosso è suddiviso dall’intero ai 10/10. Il materiale classico è in legno o in metallo, ma può essere facilmente realizzato utilizzando cartoncino o gomma Eva.

Per le presentazioni che seguono ho usato gli incastri di Montessori 3D di Boboto e gli incastri fai da te.

________________________

Scopo degli esercizi con gli incastri delle frazioni:

– creare un’impressione sensoriale delle frazioni;

– introdurre il concetto di frazione;

– apprendere la lettura e la scrittura delle frazioni;

– esplorare a  livello sensoriale le equivalenze tra frazioni;

– esercitarsi nelle operazioni tra frazioni.

Età consigliata per le presentazioni:

a partire dai 4 anni e mezzo (quando il bambino conosce bene i numeri da 1 a 10).

________________________

Presentazione I – Esplorazione sensoriale

Materiale:

– incastri delle frazioni

– tappeto.

Presentazione:

– portiamo il materiale sul tappeto

– diciamo: “Una frazione è una divisione di un intero in parti uguali”

– mettiamo i dieci incastri sul tappeto formando una riga orizzontale dall’intero al decimo

Continua a leggere Incastri delle frazioni Montessori – presentazioni ed esercizi

Analisi della lettura Montessori – primo caso: un soggetto e un’azione

Analisi della lettura Montessori – primo caso: un soggetto e un’azione. Presentazione ed esercizi per bambini della scuola primaria.

Materiale:

– simboli dell’analisi logica: un cerchio grande nero, un cerchio rosso, una freccia nera

– frasi pronte.

Presentazione:

– invitiamo un gruppo di bambini al tavolo o al tappeto

– diciamo: “Abbiamo già conosciuto le parti del discorso che abbiamo chiamato articolo, aggettivo, nome e verbo ed abbiamo già usato queste parole per formare delle frasi”

– “Oggi faremo una nuova attività con le frasi”

– mettiamo sul piano di lavoro il cerchio rosso, il cerchio nero grande e una freccia nera

– scegliamo una frase tra quelle preparate, ad esempio LE PERSONE DISCUTONO. Invitiamo i bambini a leggere la frase. Mettiamo la frase al centro del piano di lavoro

– chiediamo: “Qual è l’azione?”. I bambini rispondono: “Discutono”

Continua a leggere Analisi della lettura Montessori – primo caso: un soggetto e un’azione

Problemi sul perimetro dei POLIGONI

Problemi sul perimetro dei POLIGONI (poligoni regolari, trapezio, rettangolo, rombo, parallelogramma), con schede scaricabili e stampabili in formato pdf, per la classe quarta della scuola primaria.

problemi sui poligoni schede

PROBLEMI SUI POLIGONI IN SCHEDA

_________________________

Disegna i poligoni regolari di 3 lati, 4 lati, 6 lati, 8 lati.

Qual è il poligono con il minor numero di lati? Esiste il poligono regolare con il massimo numero di lati? Perchè?

Continua a leggere Problemi sul perimetro dei POLIGONI

Problemi di geometria per la classe quarta

Problemi di geometria per la classe quarta della scuola primaria: perimetro dei triangoli e dei quadrilateri, con schede autocorrettive scaricabili in formato pdf.

problemi su triangoli e quadrilateri in scheda

Perimetro dei triangoli

I tre lati di un terreno triangolare misurano m 875, m 790 e m 460. Per percorrere un intero giro intorno a quel terreno ho impiegato 17 minuti. Quanti metri ho percorso in media al minuto?

(m 125)

Continua a leggere Problemi di geometria per la classe quarta

MISURE DI TEMPO esercizi e problemi per la classe quarta

MISURE DI TEMPO esercizi e problemi per la classe quarta della scuola primaria, scaricabili e stampabili gratuitamente in formato pdf.

MISURE DI TEMPO esercizi e problemi per la classe quarta

______________________________

Questo è il contenuto delle schede

MISURE DI TEMPO esercizi e problemi per la classe quarta

A quanti minuti primi corrispondono 2 ore? ____________ E 2 ore e mezzo? ____________ e 10 ore? ____________

Quanti minuti primi ci sono in un quarto d’ora? ____________ E in 3 quarti d’ora? ____________ E in un’ora e un quarto? ____________

Quante ore ci sono in 5 giorni? ____________ E in 10 giorni? ____________ E in una settimana? ____________

In un anno quanti mesi ci sono? ____________ Quanti trimestri? ____________ Quanti semestri? ____________ Quanti quadrimestri? ____________ Quante settimane? ____________ Quanti giorni? ____________

Un lustro equivale a 5 anni. Il nonno ha 70 anni di età. Quanti lustri? ____________

Un secolo equivale a 100 anni. Quanti secoli ci sono in 1.000 anni? ____________ Quanti lustri ci sono in un secolo? ____________ Quanti decenni? ____________

In 15 minuti percorri 1 km e mezzo. Quanti chilometri percorri in un’ora? ____________ e in tre quarti d’ora? ____________

Problemi

Un podista percorre m 135 al minuto. Quanti chilometri percorre in un’ora quel podista? Quanti metri percorre in un minuto secondo? (km 8,1 – m 2,25)

Continua a leggere MISURE DI TEMPO esercizi e problemi per la classe quarta

ESERCIZI COI NUMERI DECIMALI per la quarta classe

ESERCIZI COI NUMERI DECIMALI per la quarta classe della scuola primaria, scaricabili e stampabili gratuitamente in formato pdf.

ESERCIZI COI NUMERI DECIMALI per la quarta classe

______________________

Questo è il contenuto delle schede

ESERCIZI COI NUMERI DECIMALI per la quarta classe

Trasforma in numeri decimali le seguenti frazioni decimali:

ScreenHunter_1

Trasforma in frazione decimale i seguenti numeri decimali:

Continua a leggere ESERCIZI COI NUMERI DECIMALI per la quarta classe

Il grammo esercizi ed equivalenze per la classe quarta

Il grammo esercizi ed equivalenze per la classe quarta della scuola primaria, scaricabili e stampabili gratuitamente in formato pdf.

IL grammo esercizi ed equivalenze per la classe quarta

___________________________________

Questo è il contenuto delle schede

Il grammo esercizi ed equivalenze per la classe quarta

Componi (esempio: 7 g e 25 cg = 7,25):

g 3 e dg 7 =__________

dg 6 e cg 2 =_________

g 2 e cg 35 =_________

g 8 e cg 26 =_________

g 5 e mg 175=________

cg 3 e mg 5 =_________

g 6 e cg 8 =__________

g 4 e cg 7 =__________

dg 3 e mg 7 =________

dg 9 e mg 6 =________

g 4 e mg 5=__________

g 8 e mg 2=__________

g 1 e cg 6 =__________

g 5 e mg 185=________

dg 4 e mg 4=_________

mezzo g =__________

mezzo dg  =__________

g 2 e mezzo =________

g 7 e mezzo=_________

dg 2 e mezzo =_______

Componi:

dag 2 e g 5 =________

dag 5 e g 2 =________

dag 12 e g 5 =________

dag 24 e g 7 =________

dag 17 e g 5 =________

dag 4 e g 5 =________

dag 45 e g 2 =________

dag 27 e g 9 =________

hg 3 e g 75 =________

hg 17 e g 15 =________

hg 0 e g 15 =________

hg 9 e g 16 =________

hg 1 e g 12 =________

hg 5 e g 6 =________

hg 12 e g 4 =________

hg 5 e g 1 =________

dag 14 e g 4 =________

hg 91 e g 12 =________

hg 17 e g 5 =________

hg 2 e g 12 =________

dag 25 e g 7 =________

dag 92 e g 1 =________

hg 72 e g 7 =________

hg 7 e g 14 =________

dag 4 e g 4 =________

dag 12 e g 7 =________

hg 19 e g 2 =________

hg 25 e g 19 =________

dag 92 e g 5 =________

dag 0 e g 1 =________

hg 0 e g 7 =________

hg 7 e g 12 =________

Scomponi (esempio: hg 7,03 = hg 7 e 4 g):

Continua a leggere Il grammo esercizi ed equivalenze per la classe quarta

PROBLEMI CON LE FRAZIONI per la quarta classe

PROBLEMI CON LE FRAZIONI per la quarta classe della scuola primaria, scaricabili e stampabili gratuitamente in formato pdf.

PROBLEMI CON LE FRAZIONI per la quarta classe

__________________________

Questo è il contenuto delle schede

PROBLEMI CON LE FRAZIONI per la quarta classe

In un sacco c’erano 15 kg di patate. Ne abbiamo già consumati i 3/5. Quanti chili di patate abbiamo consumato? Quanti chili restano ancora? (kg 9; kg 6)

Il papà ha acquistato 30 kg di pasta: 2/5 si pasta lunga, il resto di pastina. Sai dire quanti chili di pasta lunga e quanti di pastina ha acquistato il papà? (kg 12; kg 18)

Lo zio di Mario trascorre ogni giorno 1/3 della giornata in ufficio. Quante ore? ( 8 ore)

Ho percorso 1/3 di una strada lunga 354 metri. Quanti metri ho percorso? Quanti ne restano da percorrere? (118; 236)

Una stoffa è lunga m 12. Ne uso ¼ per confezionare un cappotto. Quanta stoffa viene usata? Quanta ne resta? (m 3; m 9)

Nella scatola ci sono 35 caramelle. Ne metto i 2/5 in un sacchetto per fare un dono a un compagno. Quante caramelle gli regalo? Quante ne restano nella scatola? (14; 21)

Continua a leggere PROBLEMI CON LE FRAZIONI per la quarta classe

Il litro esercizi ed equivalenze per la classe quarta

Il litro esercizi ed equivalenze per la classe quarta della scuola primaria, scaricabili e stampabili gratuitamente in formato pdf.

Il litro esercizi ed equivalenze per la classe quarta

__________________________

Questo è il contenuto delle schede

Il litro esercizi ed equivalenze per la classe quarta

Occorrono 10 litri per fare un decalitro. Quanti litri occorrono per fare mezzo decalitro? __________________ E 3 decalitri? ________________ E 5 decalitri e mezzo? ________________

Quanti litri mancano a l 85 per fare un ettolitro?________________________

In una cisterna ci sono l835 di benzina. Quanti ettolitri e quanti litri sono?    _____________________________________

Quanti litri mancano in una botte che conteneva 10 ettolitri di vino, se ne abbiamo spillati 50 decalitri?__________________

Contiene di più un serbatoio di 20 ettolitri o una cisterna di 2000 litri?__________________________________________

Due vasche contengono rispettivamente hl 2,35 e dal 24 di acqua. Quale delle due vasche contiene più acqua?_____________

Un secchio contiene dal 1,2 di acqua. Quanti litri? ____________ Quanti decilitri? ____________

Una damigiana contiene l 58 di vino. Quanti decalitri? ____________ Quanti decilitri? ____________

Una tazza contiene l 0,3 di latte. Quanti decilitri? ____________ Quanti centilitri? ____________

Leggi specificando il valore di ogni cifra:

dal 3,1 = __________________________________________________________

hl 2,6 = __________________________________________________________

l 275 = __________________________________________________________

hl 0,42 = __________________________________________________________

dal 29 = __________________________________________________________

l  650 = __________________________________________________________

hl 0,5 = __________________________________________________________

Quanti decilitri devo aggiungere a decilitri 15 per fare 2 litri? _________

Quanti centilitri devo aggiungere a centilitri 380 per fare 4 litri? _________

Un barista ha servito ai suoi clienti, in un giorno, 45 bicchieri da 1 decilitro di vino. Quanti litri di vino in tutto? _________

Continua a leggere Il litro esercizi ed equivalenze per la classe quarta

IL METRO esercizi ed equivalenze per la classe quarta

IL METRO esercizi ed equivalenze per la classe quarta della scuola primaria, scaricabili e stampabili gratuitamente in formato pdf.

IL METRO esercizi ed equivalenze per la classe quarta

_______________________________

Questo è il contenuto delle schede

IL METRO esercizi ed equivalenze per la classe quarta

Quali misure useresti per indicare la distanza su strada tra la località dove abiti e gli altri centri della provincia? ____________

Se tu volessi misurare la tua statura, la lunghezza del tuo banco, le dimensioni di un campo o di un cortile, quali misure useresti? _______________________________

Nomina  delle cose che si misurano con il decametro _________________________________________________________

_________________________________________________________________________________________________

_________________________________________________________________________________________________

Nomina delle cose che si misurano a ettometri _____________________________________________________________

_________________________________________________________________________________________________

_________________________________________________________________________________________________

Nomina delle cose che si misurano a chilometri _____________________________________________________________

_________________________________________________________________________________________________

_________________________________________________________________________________________________

Calcola a occhio e poi controlla con il metro la lunghezza della tua aula __________________________________________

Calcola a occhio e poi controlla con il metro la lunghezza della tua cartella ______________________________________

Calcola a occhio e poi controlla con il metro la lunghezza della cattedra _____________________________________

Calcola a occhio e poi controlla con il metro la larghezza della lavagna____________________________________________

Calcola a occhio e poi controlla con il metro la larghezza della porta______________________________________

Calcola a occhio e poi controlla con il metro la larghezza della finestra_____________________________________

Calcola a occhio e poi controlla con il metro la larghezza del tuo banco__________________________________________

A quanti metri equivalgono 2 dam e mezzo?________________________________

A quanti metri equivalgono 3 dam e mezzo?_______________________________

A quanti metri equivalgono 5 dam e mezzo?_______________________________

Quanti metri misura il perimetro della tua aula?______________________________

Continua a leggere IL METRO esercizi ed equivalenze per la classe quarta

ESERCIZI COI NUMERI ROMANI per la quarta classe

ESERCIZI COI NUMERI ROMANI per la quarta classe della scuola primaria, stampabili e scaricabili gratuitamente in formato pdf.

I Romani, per scrivere i numeri, usavano segni diversi dalle cifre arabe. Questi segni erano lettere dell’alfabeto:

I = 1

V = 5

X = 10

L = 50

C = 100

D = 500

M = 1000

Per scrivere i numeri, i Romani osservavano tre regole fisse:

1. Non scrivevano più di tre volte lo stesso segno. Ad esempio:

3 = III;

30 = XXX;

300 = CCC.

2. Quando una cifra di valore minore era scritta alla sinistra di una cifra di valore maggiore, doveva essere sottratta da questa. Ad esempio:

IV = (V – I) = (5 – 1) = 4

IX = (X – I) = (10 – 1) = 9

XL = (L – X) = (50 – 10) = 40

CD = (D – C) = (500 – 100) = 400

3. Quando una cifra di valore minore era scritta alla destra di una cifra di valore maggiore, doveva essere aggiunta a questa. Ad esempio:

VI = (V + I) = (5 + 1) = 6

LX = (L + X) = (50 + 10) = 60

DC = (D + C) = (500 + 100) = 600

MD = (M + D) = (1000 + 500) = 1500

esercizi coi numeri romani per la classe quarta

_________________________________________________

Questo è il contenuto delle schede

ESERCIZI COI NUMERI ROMANI per la quarta classe

Leggi e quindi trascrivi in cifre arabe i seguenti numeri romani:

II = __________________

IV = __________________

VI = __________________

VII = __________________

IX = __________________

XXI = __________________

XXVI = __________________

XXII = __________________

LVI = __________________

LXII = __________________

CLVII = __________________

CXXIV = __________________

DCI = __________________

MC = __________________

CLIX = __________________

MCCL = __________________

MIX = __________________

MDLV = __________________

MXXII = __________________

MCCVI = __________________

Trascrivi usando come ordinale il corrispondente numero romano:

terza classe _______________________________

quinto corso_______________________________

seconda sezione_______________________________

quarto volume_______________________________

Pio nono_______________________________

libro primo_______________________________

sesto comandamento_______________________________

decima trasmissione_______________________________

settimo circuito_______________________________

Leggi e quindi trascrivi in cifre arabe i seguenti numeri romani:

Continua a leggere ESERCIZI COI NUMERI ROMANI per la quarta classe

MISURE DI SUPERFICIE esercizi per la classe quarta

MISURE DI SUPERFICIE esercizi per la classe quarta – composizioni e scomposizioni, esercizi vari e problemi per la classe quarta della scuola primaria scaricabili e stampabili gratuitamente in formato pdf.

Le misure di superficie

E’ in vendita un terreno. Occorre sapere quanta superficie di terra è contenuta nel suo perimetro. Il terreno deve essere misurato; si deve conoscere la misura della sua superficie: l’area del terreno.

L’area di un poligono non può essere misurata con il metro. Infatti, per calcolare l’area, si deve misurare l’estensione della superficie contenuta nel perimetro. Tale superficie non è estesa soltanto in lunghezza, ma ha due dimensioni: la lunghezza e la larghezza.

Per calcolare l’area di un poligono occorre una misura che sia appunto estesa in lunghezza e in larghezza.

La misura adatta alle superfici è un quadrato che ha il lato lungo un metro: il metro quadrato. Si è scelta la figura del quadrato, perché esso è un poligono regolare di facile misurazione. Il lato di questo quadrato è lungo un metro, perché il metro è misura conosciuta e di facile uso.

Il metro quadrato è l’unità principale delle misure di superficie e si scrive m².

Per misurare le superfici più piccole del metro quadrato si usano i sottomultipli del m². Invece per misurare le superfici del m² si usano i multipli del m².

I multipli del m² sono:

decametro quadrato, che di scrive dam² e vale 100 m²

ettometro quadrato, che si scrive hm² e vale 10.000 m²

chilometro quadrato, che si scrive km² e vale 1.000.000 m²

I sottomultipli del m² sono:

decimetro quadrato, che si scrive dm² e vale 0,01 m²

centimetro quadrato, che si scrive cm² e vale 0,0001 m²

millimetro quadrato, che si scrive mm² e vale 0,000001 m².

Ogni unità di misura di superficie vale 100 volte quella immediatamente più piccola; perciò si ha:

m² 1 = dm² 100

m² 1 = cm² 10.000

m² 1 = mm² 1.000.000

dam² 1 = m² 100

hm² 1 = m² 10.000

km² 1 = m² 1.000.000

Continua a leggere MISURE DI SUPERFICIE esercizi per la classe quarta

DIVISIONI CON DUE CIFRE AL DIVISORE per la quarta classe

DIVISIONI CON DUE CIFRE AL DIVISORE per la quarta classe della scuola primaria, stampabili e scaricabili gratuitamente in formato pdf.

divisioni con due cifre al divisore

_________________________________

Questo è il contenuto delle schede

DIVISIONI CON DUE CIFRE AL DIVISORE per la quarta classe

22 : 11 = (2 resto 0)

90 : 18 = (5 resto 0)

64 : 32 = (2 resto 0)

81 : 27 = (3 resto 0)

48 : 12 = (4 resto 0)

96 : 32 = (3 resto 0)

Continua a leggere DIVISIONI CON DUE CIFRE AL DIVISORE per la quarta classe

Problemi su peso lordo peso netto e tara per la classe quarta

Problemi su peso lordo peso netto e tara per la classe quarta della scuola primaria, scaricabili e stampabili gratuitamente in formato pdf.

Problemi su peso lordo peso netto e tara per la classe quarta

___________________________

Questo è il contenuto delle schede

Problemi su peso lordo peso netto e tara per la classe quarta

Il peso lordo di una cassa di saponette è di kg 25; la cassa vuota pesa kg 2,5. Quanto pesa il solo sapone? Se ognuna di quelle saponette pesa g 75, quante sono le saponette contenute nella cassa? (kg 22,5; saponette 300)

Un sacco di farina pesa kg 75 e vuoto pesa g 1,250. Qual è il peso netto, in chili, della farina? (kg 73,750)

Continua a leggere Problemi su peso lordo peso netto e tara per la classe quarta

MOLTIPLICAZIONI E DIVISIONI per 10 100 1000 per la quarta classe

MOLTIPLICAZIONI E DIVISIONI per 10 100 1000 per la quarta classe della scuola primaria, scaricabili e stampabili gratuitamente in formato pdf.

MOLTIPLICAZIONI E DIVISIONI per 10 100 1000 per la quarta classe

_________________________

Questo è il contenuto delle schede

MOLTIPLICAZIONI E DIVISIONI per 10 100 1000 per la quarta classe

Completa inserendo i numeri mancanti:

6,31 x ________ = 63,1

75 x ________ = 75.000

56,9 x _______ = 5.690

6,74 x _______ = 6.740

7.000 : ________ = 7

4.356 : _______ = 4,356

846 :________ = 0,816

97,5 : ________ = 9,75

182 : ________ = 1,82

Esegui:

6 : 10 = _________

16 : 10 = _________

165 : 10 = _________

1,05 : 10 = _________

10,04 : 10 = _________

103 : 10 = _________

20,36 : 10 = _________

41,2 : 10 = _________

0,07 : 10 = _________

1,31 : 10 = _________

1.004,2 : 100 = _______

9,194 : 10 = _________

Completa inserendo i numeri mancanti:

Continua a leggere MOLTIPLICAZIONI E DIVISIONI per 10 100 1000 per la quarta classe

PROBLEMI VARI PER LA QUARTA CLASSE

PROBLEMI VARI PER LA QUARTA CLASSE della scuola primaria, scaricabili e stampabili gratuitamente in formato pdf.

PROBLEMI VARI PER LA QUARTA CLASSE

_______________________________

Questo è il contenuto delle schede

PROBLEMI VARI PER LA QUARTA CLASSE

Calcolo scritto rapido

La differenza tra due numeri è 2.357; il minore è 4.675; qual è il maggiore?

La differenza tra due numeri è 6.789; il maggiore è 12.657: qual è il minore?

A quante ore corrispondono 1.440 minuti primi?

Trovare il vino contenuto in una botte con il quale vennero riempite 16 damigiane da 50 litri ciascuna e 8 damigiane da 25 litri ciascuna.

A quanti giorni corrispondono 168 ore?

In una divisione il divisore è 28; il quoziente è 127, il resto è 15. Trovare il dividendo.

In una divisione il divisore è 49, il quoziente è 53, il resto è 14. Trovare il dividendo.

Quante bustine da 10 figurine si potranno preparare con 2 migliaia di figurine?

Che numero ottengo se levo 2 centinaia da 1 migliaio? E 6 centinaia da 4 migliaia? E 5 decine da 1 migliaio?

Continua a leggere PROBLEMI VARI PER LA QUARTA CLASSE

OPERAZIONI VARIE PER la classe quarta

OPERAZIONI VARIE PER la classe quarta  della scuola primaria, scaricabili e stampabili gratuitamente in formato pdf: addizioni in colonna, sottrazioni in colonna, moltiplicazioni e divisioni, composizioni e scomposizioni, equivalenze, ecc…

OPERAZIONI VARIE PER LA classe quarta

___________________________

Questo è il contenuto delle schede

OPERAZIONI VARIE PER LA classe quarta

Addizioni

246 + 323 = (569)

618 + 211 = (829)

465 + 521 = (986)

754 + 232 = (986)

718 + 324 = (1.042)

842 + 469 = (1.311)

567 + 733 = (1.300)

934 + 168 = (1.102)

678 + 400 = (1.078)

973 + 500 = (1.473)

850 + 300 = (1.150)

550 + 750 = (1.300)

Continua a leggere OPERAZIONI VARIE PER la classe quarta

ESERCIZI CON LE FRAZIONI per la quarta classe

ESERCIZI CON LE FRAZIONI per la quarta classe della scuola primaria, scaricabili e stampabili gratuitamente in formato pdf.

ESERCIZI CON LE FRAZIONI per la quarta classe

__________________________

Questo è il contenuto delle schede

ESERCIZI CON LE FRAZIONI per la classe quarta

ScreenHunter_1

 Un piatto cade e va in frantumi. I cocci rappresentano delle frazioni? No, perché il piatto non è stato diviso in parti ________________________.

La mamma ha diviso una torta in 5 parti uguali. Luisa ha avuto una parte, cioè ________________ di tutta la torta.

Scrivi sotto forma di frazione:

Continua a leggere ESERCIZI CON LE FRAZIONI per la quarta classe

NUMERI CARDINALI E ORDINALI esercizi per la quarta classe

NUMERI CARDINALI E ORDINALI esercizi per la quarta classe della scuola primaria, scaricabili e stampabili gratuitamente in formato pdf.

All’inizio della quarta classe sarà bene accertarsi se i bambini hanno acquistato sicurezza e disinvoltura nella scrittura e la lettura dei numeri, insistendo soprattutto sui numeri fra i 10.000 e i 100.000

Dopo aver considerato i numeri cardinali (da cardine che significa fondamento, base), potremo soffermarci anche sui numeri ordinali, che indicano il posto occupato da una cosa in una successione o in una serie di cose appartenenti logicamente alla stessa specie. Essi sono: primo, secondo, terzo, quarto, ecc…

NUMERI CARDINALI E ORDINALI esercizi per la quarta classe

_____________________________________

Questo è il contenuto delle schede:

Continua a leggere NUMERI CARDINALI E ORDINALI esercizi per la quarta classe

FRAZIONI esercizi per la quarta classe

FRAZIONI esercizi per la quarta classe della scuola primaria, stampabili e scaricabili gratuitamente in formato pdf.

Finora abbiamo considerato l’unità intera. Ma, a volte l’intero viene diviso in parti. Se esso viene diviso in parti uguali, abbiamo le unità frazionarie.

Che cos’è dunque l’unità frazionaria? Ognuna delle parti in cui viene diviso l’intero. Come viene scritta? Sotto forma di frazione. Che cos’è la frazione. Una parte di un’unità intera. Frazionare vuol dire dividere l’intero in parti uguali. Con la frazione possono essere indicate una o più unità frazionarie.

Se l’intero è stato diviso, ad esempio, in quattro parti uguali e se ne sono considerate due, tale parte dell’intero viene indicata così:

ScreenHunter_2

La frazione è composta di due numeri separati da una linea che significa: diviso. I due numeri si chiamano numeratore e denominatore.

Il denominatore ci dice in quante parti è stato diviso l’intero, (ogni parte è un’unità frazionaria); il numeratore dice quante unità frazionarie sono state considerate.

Se numeratore e denominatore sono uguali, la frazione è uguale a 1 (cioè all’intero) e viene detta apparente. Ad esempio:

ScreenHunter_4

Per trovare la frazione di un numero, si dovrà dividerlo per il denominatore e moltiplicare il risultato per il numeratore. Siano da trovare ed esempio i

ScreenHunter_5

si procederà così:

15: 5 = 3 (unità frazionaria)

3 x 3 = 6

Che cosa significa un mezzo? Che l’intero è stato diviso in due parti uguali. Come possiamo scriverlo? Sotto forma di frazione:

ScreenHunter_6
FRAZIONI esercizi per la quarta classe

Questo è il contenuto delle schede:

Continua a leggere FRAZIONI esercizi per la quarta classe

NUMERI DECIMALI esercizi per la quarta classe

NUMERI DECIMALI esercizi per la quarta classe della scuola primaria, stampabili e scaricabili gratuitamente in formato pdf.

Come abbiamo già detto parlando delle frazioni, non ci troviamo sempre di fronte a quantità intere. Molto spesso ci troviamo di fronte a parti di intero. Se l’intero viene diviso in dieci parti uguali  (o cento, o mille, ecc…), avremo un’unità frazionaria che rientra nel nostro sistema di numerazione decimale. Ognuna di queste dieci parti costituirà un nuovo ordine di unità, il decimo, che a sua volta potrà essere suddiviso in dieci parti uguali, e avremo il centesimo, da cui il millesimo, e così via.

Come scrivere questi numeri  che seguono lo stesso ordine dei numeri interi? Semplicemente dividendo con una virgola la parte intera dalla parte decimale.

Ad esempio 0,2 (due decimi); lo stesso numero potrebbe essere scritto anche sotto forma di frazione: 2/10.

Perciò potremo indifferentemente scrivere 1/10 oppure 0,1; 1/100 oppure 0,01.

Che cos’è allora un numero decimale? Il numero decimale è un numero composto di unità intere e unità decimali. Le due parti sono separate dalla virgola.

Come nei numeri interi, ogni cifra vale dieci volte la cifra posta alla sua destra.

0,2 vuol dire 0 interi e 2 decimi; ossia l’intero è stato diviso in 10 parti uguali e se ne considerano solo 2.

Aggiungere degli zeri alla destra di un numero intero vuol dire moltiplicarlo per 10, 100, 1000, ecc…

Esempio: 4 – 40 – 400 – 4.000

Se invece gli zeri si aggiungono alla sinistra del numero, essi non hanno alcun valore.  Se aggiungo uno o più zeri alla destra di un numero decimale, il suo valore non cambia:

Esempio: 2,4 – 2,40 – 2,400

Infatti si tratta sempre di 2 interi e 4 decimi.

Uno o più zeri, messi dopo la virgola, non modificano il numero se non sono seguiti da un’altra cifra:

Esempio: 2,0000000 = 2

Se si aggiungono degli zeri alla sinistra della parte decimale di un numero, questa parte decimale cambia di valore (diventa 10, 100, 1000 volte più piccola):

Esempio: 2,4 – 2,04 – 2,004

NUMERI DECIMALI esercizi per la quarta classe

QUI:

Continua a leggere NUMERI DECIMALI esercizi per la quarta classe

Il grammo problemi per la terza classe

Il grammo problemi per la terza classe – una raccolta di problemi stampabili gratuitamente in formato pdf.

il grammo problemi per la terza classe

Questo è il contenuto:

Una pastiglia pesa 8 grammi. Quanti grammi pesano 3 pastiglie uguali?

Per formare una boccetta di sciroppo medicinale si usano tre sostanze; una pesa 6g, la seconda 25 g, e la terza 31 g. Quanto pesa complessivamente quello sciroppo?

Una catenina d’oro pesa 24 g; se la medaglietta pesa 7 g, quanto pesa la sola catenina?

Nove bottoni pesano 99 g; quanto pesa ciascun bottone?

Quanti decigrammi vi sono in un grammo? E in 2 grammi? In un grammo e mezzo? In 5 grammi? In 7 grammi? In 10 grammi?

Quanti centigrammi ci sono in un grammo? E in 3 grammi? In due grammi e mezzo? In 10 grammi? In 7 grammi?

Quanti centigrammi ci sono in un decigrammo? E in 2 decigrammi? In 9 decigrammi? In 3 decigrammi e mezzo?

Quanti milligrammi vi sono in un grammo? E in 4 grammi? In 3 grammi e mezzo? In 10 grammi?

Quanti milligrammi vi sono in 3 decigrammi? E in 3 decigrammi e mezzo? In mezzo decigrammo? In 7 decigrammi?

Quanti milligrammi vi sono in 8 centigrammi? E in 6 centigrammi? In 9 centigrammi? In mezzo centigrammo?

Con tre grammi di medicinale in polvere, quante bustine da un centigrammo si possono preparare?

Continua a leggere Il grammo problemi per la terza classe

Peso lordo peso netto tara problemi per la classe terza

Peso lordo peso netto tara problemi per la classe terza stampabili gratuitamente in formato pdf

Peso lordo peso netto e tara problemi per la classe

Questo il contenuto:

Una bottiglia di olio pesa hg 17. Se la bottiglia pesa hg 4, quanto pesa l’olio in essa contenuto?

Una scatola piena di cioccolatini pesa g 450. Se i cioccolatini pesano 4 hg, quanto pesa la scatola che li contiene?

Un cestino pesa 8 hg. Se viene riempito con 1 kg e mezzo di ciliegie, quale sarà il peso lordo?

Un camioncino carico di casse di acqua minerale pera 21 q. Se la tara è di 2 q, quale sarà il peso netto?

Continua a leggere Peso lordo peso netto tara problemi per la classe terza

Numeri decimali esercizi per la terza classe

Numeri decimali esercizi per la terza classe – una raccolta di esercizi e problemini per la classe terza su decimi, centesimi e millesimi stampabili gratuitamente in formato pdf.

I decimi

Se prendiamo una tavoletta di cioccolata e la tagliamo in dieci parti uguali, ogni pezzetto è un decimo della cioccolata. Un decimo, oltre che sotto forma della frazione 1/10, si può indicare anche col numero decimale 0,1. La virgola separa la parte intera dalla parte decimale (i decimi occupano il primo posto alla destra della virgola). Così:

1/10 = 0,1

2/10 = 0,2

3/10 = 0,3

4/10 = 0,4

10/10 = 1

2,3 = 2 unità e 3 decimi

10,7 = 10 unità e 7 decimi

32,6 = 32 unità e 6 decimi

9,9 = 9 unità e 9 decimi

50 = 50 unità e 0 decimi

Si chiamano numeri decimali i numeri che comprendono unità decimali.

I centesimi

Prendiamo una lunga striscia di carta e tagliamola in 100 parti uguali. Ogni pezzetto è un centesimo 1/100 del foglio. Un centesimo, oltre che sotto forma di frazione 1/100, si può indicare anche con il numero decimale 0,01. La virgola separa la parte intera dalla parte decimale, e i centesimi occupano il secondo posto a destra della virgola. Così:

1/100 = 0,01

2/100 = 0,02

3/100 = 0,03

4/100 = 0,04

5/100 = 0,05

100/100 = 1

2 unità e 18 centesimi = 2,18

7 unità e 2 centesimi = 7,02

19 unità e 37 centesimi = 19,37

24 unità e 1 centesimi = 24,01

2 unità e 18 centesimi = 2,18

0 unità e 10 centesimi = 0,10

I millesimi

Prendiamo una stella filante, svolgiamo il rotolino e dividiamolo in 1000 parti uguali: ogni pezzetto è un millesimo (1/1000) della striscia. Un millesimo, oltre che sotto forma di frazione 1/1000, si può indicare anche con il numero decimale 0,001. La virgola separa la parte intera dalla parte decimale. Così:

2/1000 = 0,002

3/1000 = 0,003

4/1000 = 0,004

1000/1000 = 1

0 unità e 37 millesimi = 0,037

4 unità e 2 millesimi = 4,002

14 unità e 328 millesimi = 14,328

10 unità e 7 millesimi = 10,007

I millesimi occupano il terzo posto alla destra della virgola.

Problemi

Quanti centesimi mancano a 90 centesimi per fare 1 unità? E quanti ne mancano a 20 centesimi?

Quanti centesimi mancano a 7 decimi per fare 1 unità?

Quante unità ottengo se aggiungo 50 centesimi a 5 decimi?

Continua a leggere Numeri decimali esercizi per la terza classe

Moltiplicazione e divisione per 10 100 e 1000 di numeri decimali – esercizi

Moltiplicazione e divisione per 10 100 e 1000 di numeri decimali – esercizi per la classe terza della scuola primaria, disponibili gratuitamente in formato pdf.

Abbiamo visto che per moltiplicare per 10 un numero intero basta aggiungere uno zero a destra del numero. Ora invece moltiplicheremo per 10 un numero decimale. Ad esempio:

4,6 x 10 =

Poiché moltiplicando un numero per 10 ogni cifra che lo compone aumenta il suo valore di 10 volte, ecco che le 4 unità diventano 4 decine, e i 6 decimi diventano 6 unità. Perciò sarà necessario spostare la virgola di un posto verso destra, così:

4,6 x 10 = 46

Ricorda: per moltiplicare un numero decimale per 10 basta spostare la virgola di un posto verso destra.

Quando moltiplichiamo un numero decimale per 100, le cifre che lo compongono aumentano il loro valore di 100 volte. Ad esempio, nel caso di:

5,48 x 100 =

le 5 unità diventano centinaia, i 4 decimi diventano decine, gli 8 centesimi diventano unità. Perciò per moltiplicare un numero decimale per 100 è necessario spostare la virgola di due posti verso destra, così:

5,48 x 100 = 548

Se manca una cifra, si aggiunge uno zero. Ad esempio:

9,8 x 100 = 980

Ricorda: per moltiplicare un numero decimale per 100 basta spostare la virgola di due cifre verso destra. Se manca una cifra si aggiunge uno zero.

Moltiplichiamo ora un numero decimale per 1.000:

2,5 x 1.000 = 2500

Ricorda: per moltiplicare un numero decimale per 1.000 si sposta la virgola verso destra di tre cifre (quanti sono gli zeri del moltiplicatore). Se le cifre non bastano, si aggiungono degli zeri.

Dividendo un numero per 10  o per 100 o per 1.000 ogni cifra che lo compone diminuisce il suo valore di 10, 100 o 1.000 volte.

Nel caso di una divisione per 10, ad esempio:

342,5 : 10 = 34,25

le 3 centinaia diventano decine, le 4 decine diventano unità e le 2 unità diventano decimi; i 5 decimi diventano centesimi.

Nel caso di una divisione per 100, ad esempio:

342,5 : 100 = 3,425

le 3 centinaia diventano unità, le 4 decine diventano decimi, le 2 unità centesimi e i 5 decimi millesimi. Se le cifre non bastano, si aggiungono degli zeri. Ad esempio:

1,5 : 100 = 0,015

Nel caso di una divisione per 1.000 avremo ad esempio:

49,3 : 1.000 = 0,0493

Ricorda: per dividere un numero decimale per 10 o per 100, basta spostare la virgola di una o due cifre verso sinistra. Se le cifre non bastano si aggiungono degli zeri.

Per dividere un numero decimale per 1.000 si sposta la virgola, da destra verso sinistra, di tante cifre quanti sono gli zeri del divisore. Se le cifre non bastano, si aggiungono degli zeri.

Esercizi

Moltiplicazione e divisione per 10 100 e 1000 di numeri decimali
Continua a leggere Moltiplicazione e divisione per 10 100 e 1000 di numeri decimali – esercizi

Moltiplicazioni e divisioni per 10 100 1000 di numeri interi

Moltiplicazioni  e divisioni per 10 100 1000 di numeri interi – una raccolta di esercizi per bambini della classe terza della scuola primaria, stampabili gratuitamente in formato pdf.

Abbiamo visto che per dividere per 10 un numero intero terminante per zero, basta togliere lo zero dalla destra del numero. Ora invece divideremo per 10 un numero che non termina per zero:

35:10 =

Siccome, dividendo un numero per 10, ogni cifra diminuisce il suo valore di 10 volte, ecco che le 3 decine diverranno 3 unità e le 5 unità… diverranno 5 decimi. Sappiamo che i decimi si scrivono alla destra della virgola, perciò sarà necessario mettere la virgola, così:

35:10 = 3,5

Ricorda:

per dividere un numero intero per 10, si separa con la virgola una cifra, partendo dalla destra del numero.

__________________

Consideriamo questa divisione:

326 : 100 =

Siccome dividendo un numero per 100 ogni cifra diminuisce il suo valore di 100 volte, ecco che le 3 centinaia diventeranno 3 unità, le 2 decine diventeranno 2 decimi e le 6 unità diventeranno 6 centesimi. Sappiamo che i decimi ed i centesimi si scrivono a destra della virgola, perciò sarà necessario mettere la virgola, così:

326 : 100 = 3,26

Ricorda:

per dividere un numero intero per 100, si separano con la virgola due cifre, partendo dalla destra del numero.

_______________________

Consideriamo questa divisione:

1.324 : 1.000 =

Siccome dividendo un numero per 1.000 ogni cifra diminuisce il suo valore di 1.000 volte, ecco che un migliaio diventa 1 unità, le 3 centinaia diventeranno 3 decimi, le 2 decine diventeranno 2 centesimi e le 4 unità diventeranno 4 millesimi. Sappiamo che i decimi, i centesimi ed i millesimi si scrivono a destra della virgola, perciò sarà necessario mettere la virgola, così:

1.324 : 1.000 = 1,324

Ricorda:

per dividere un numero intero per 1.000, si separano con la virgola tre cifre, partendo dalla destra del numero.

________________________

Moltiplicazioni  e divisioni per 10 100 1000 di numeri interi

Esercizi

Moltiplicazioni e divisioni per 10 100 1000 di numeri interi

Questo è il contenuto:

Esegui:

Continua a leggere Moltiplicazioni e divisioni per 10 100 1000 di numeri interi

Composizione e scomposizione di numeri – esercizi per la classe terza

Composizione e scomposizione di numeri – una raccolta di esercizi per la classe terza stampabili gratuitamente in formato pdf.

Composizione e scomposizione di numeri

Questo è il contenuto:

Completa

5 h – 2 h – 6 da = u __________

4 h – 1 h – 5 da = u __________

2 h – 1 h – 2 da = u __________

3 h – 2 h – 5 da = u __________

1 h + 3 da + 8 u = _____________

3 h + 4 da + 5 u = _____________

4 h + 5 da + 7 u = _____________

2 h + 7 da + 9 u = _____________

Continua a leggere Composizione e scomposizione di numeri – esercizi per la classe terza

Metà e doppio – esercizi per la classe terza

Metà e doppio – esercizi per la classe terza della scuola primaria, stampabili gratuitamente in formato pdf.

Metà e doppio

Questo è il contenuto:

Calcola la metà dei seguenti numeri:

430 _________________________________________

520 _________________________________________

538 _________________________________________

586 _________________________________________

632 _________________________________________

658 _________________________________________

720 _________________________________________

792 _________________________________________

840 _________________________________________

864 _________________________________________

Calcola il doppio dei seguenti numeri:

340 _________________________________________

215 _________________________________________

430 _________________________________________

324 _________________________________________

275 _________________________________________

432 _________________________________________

494 _________________________________________

357 _________________________________________

228 _________________________________________

149 _________________________________________

Continua a leggere Metà e doppio – esercizi per la classe terza

Il migliaio – esercizi per la classe terza

Il migliaio – esercizi per la classe terza stampabili gratuitamente in formato pdf.

9 unità + 1 unità = 10 unità = 1 decina

99 unità + 1 unità = 100 unità = 1 centinaio

999 unità + 1 unità = 1000 unità = 1 migliaio

1 migliaio è formato da 1.000 unità, oppure da 100 decine, oppure da 10 centinaia.

Abbiamo visto che:

il simbolo dell’unità è u

il simbolo della decina è da

il simbolo delle centinaia è h

il simbolo del migliaio è k

il migliaio

Questo è il contenuto:

Continua a leggere Il migliaio – esercizi per la classe terza

Incolonnamento di numeri decimali

Incolonnamento di numeri decimali – esercizi per la classe terza della scuola primaria stampabili gratuitamente in formato pdf.

Scrivendo i numeri interi, abbiamo visto che le unità vanno scritte sotto le unità, le decine sotto le decine, le centinaia sotto le centinaia e le migliaia sotto le migliaia. Così, scrivendo i numeri decimali, dovremo scrivere i decimi sotto i decimi ecc… virgola dopo virgola.

Se ci capiterà di incolonnare un numero intero sotto un numero decimale, sarà bene trasformare il numero intero in numero decimale, cioè aggiungere al numero una virgola, seguita da tanti zeri quante sono le cifre decimali.

Ad esempio, per incolonnare il numero intero 34 sotto il numero decimale 0,5 devo trasformare il numero intero in numero decimale così:

  0,5

34,0

_____________________

Esercizi

Incolonnamento di numeri decimali

Questo è il contenuto:

Incolonna i seguenti numeri decimali:

0,8 – 6,3 – 123,4 – 1,2 – 0,2 – 36,4 – 572,2 – 12 – 35,1 – 790,4 – 871,2 – 25,3 – 45 – 671,4 – 8.

_____________________________

_____________________________

_____________________________

_____________________________

_____________________________

_____________________________

_____________________________

_____________________________

_____________________________

_____________________________

_____________________________

_____________________________

_____________________________

_____________________________

_____________________________

Incolonna i seguenti gruppi di numeri:

Continua a leggere Incolonnamento di numeri decimali

Problemi sul perimetro di quadrato rettangolo e triangolo

Problemi sul perimetro di quadrato rettangolo e triangolo per la classe terza della scuola primaria, stampabili gratuitamente in formato pdf.

Problemi sul perimetro di quadrato rettangolo e triangolo

Questo è il contenuto:

Il lato di un tavolino quadrato misura cm 75. Quanti cm misura tutto il contorno di quel tavolino? (cm 300)

Un orto quadrato ha il lato di m 48. Quanti metri di filo spinato occorreranno per fare un giro completo intorno ad esso? (m 192)

Una aiuola quadrata ha il lato di dm 3,5. Calcola la lunghezza del suo perimetro. (dm 14)

Quanti dm misura il lato di un tavolino quadrato il cui perimetro misura dm 85,6? (dm 21,4)

Un contadino ha un orto di forma quadrata avente il lato di m 23,5 e vuole chiuderlo con un reticolato formato da 6 fili di filo spinato. Qual è il perimetro dell’orto? Quanti metri di filo occorrono per chiudere l’orto? (m 94; m 564)

Un album da disegno è lungo cm 25 e largo cm 18. Qual è il suo perimetro? (cm 86)

Un campo rettangolare è lungo m 74,6 e largo m 38,2. Qual è il suo perimetro? (m 225,6)

Quanti metri di rete metallica occorrono per chiudere un orto rettangolare lungo m 23,7 e largo m 18,3? (m 84)

Una tavoletta di legno di forma rettangolare ha un lato di cm 36 e l’altro lato che misura la metà del primo. Quanti cm misura il perimetro della tavoletta? (cm 108)

La mamma deve mettere il pizzo attorno ad un fazzolettino quadrato con il lato di cm 28. Quanti cm di pizzo dovrà compare? (cm 112)

Continua a leggere Problemi sul perimetro di quadrato rettangolo e triangolo

Numeri romani – esercizi per la terza classe

Numeri romani – esercizi per la terza classe scaricabili e stampabili in formato pdf, nella versione semplice e in forma di scheda autocorrettiva.

numeri romani
numeri romani esercizi

Istruzioni per le schede autocorrettive: ritagliare lungo le linee orizzontali, quindi piegare ognuno dei foglietti ricavati lungo la metà verticale. In questo modo otterrete delle schede fronte-retro. Il bambino può svolgere l’esercizio sulla scheda, quindi aprirla per correggersi.

Gli esercizi sono quelli comunemente utilizzati in terza classe, come vedete. Ho sempre però difficoltà a trovare materiali che offrano ai bambini anche la possibilità dell’autocontrollo e dell’autocorrezione (per gli esercizi per i quali si può fare, naturalmente…).

Utilizzo delle schede autocorrettive:  i bambini hanno a disposizione in classe una scatola-schedario di esercizi vari per ogni materia, da scegliere liberamente, che è uno per tutti: abbiamo uno schedario per la Matematica, uno per l’Italiano, uno per l’Inglese, ecc…

Ogni bambino ha poi una scatola-schedario individuale, col suo nome, dove conserva i cartellini che ha usato per i suoi esercizi. E’ assurdo incollare fotocopie su fotocopie sui quaderni!

Questa modalità favorisce il lavoro individuale e individualizzato, ma anche l’aiuto reciproco e la collaborazione: se un bambino ha già provato un dato esercizio, può dare una mano al compagno che lo sta facendo; poi ci sono anche schede per lavorare in coppia, ad esempio quelle dei dettati che prevedono che un bambino legga al bambino che scrive.

E’ naturalmente sempre il bambino a scegliere; se lo desidera può portare anche il lavoro a casa: vi sembrerà assurdo, ma a me che non uso dare compiti, i bambini li chiedono…

A differenza degli eserciziari “a libro”, lo schedario mi permette di aggiornare l’offerta di esercizi in base agli interessi dei bambini, o alle difficoltà che mostrano, e inoltre si integra benissimo coi materiali montessoriani già a disposizione.

Questo è il contenuto:

I Romani, per scrivere i numeri usavano segni tratti dal loro alfabeto: tali segni si dicono cifre romane.

I indica la quantità 1

V indica la quantità 5

X indica la quantità 10

L indica la quantità 50

C indica la quantità 100

D indica la quantità 500

M indica la quantità 1.000

Per scrivere i numeri, i Romani avevano alcune regole fisse:

a. non scrivevano mai più di tre volte lo stesso segno;

b. quando un segno di valore minore era scritto alla sinistra di un segno di valore maggiore, doveva essere sottratto da questo;

c. quando un segno di valore minore era scritto alla destra di un segno di valore maggiore, doveva essere aggiunto a questo.

Ecco i numeri romani fino a 21:

I = 1

II = 2

III = 3

IV = 4 (cioè 5-1)

V = 5 (cioè 5+ 1)

VI = 6

VII = 7

VIII = 8

IX = 9 (cioè 10 – 1)

X = 10

XI = 11 (cioè 10 + 1)

XII = 12

XIII = 13

XIV = 14

XV = 15

XVI = 16

XVII = 17

XVIII = 18

XIX = 19

XX = 20

XXI = 21

Continua a leggere Numeri romani – esercizi per la terza classe

Esercizi sulle misure di capacità per la terza classe

Esercizi sulle misure di capacità per la terza classe – equivalenze, esercizi vari ed operazioni sul litro, scaricabili e stampabili gratuitamente in formato pdf.

Esercizi sulle misure di capacità per la terza classe

Questo è il contenuto:

Leggi e di’ il valore di ogni cifra:

l 34 _____________________________________________________________

l 4,7 _____________________________________________________________

l 5,8 _____________________________________________________________

dl 65 _____________________________________________________________

dl 63 _____________________________________________________________

dl 51 _____________________________________________________________

l 5,7 _____________________________________________________________

l 9,6 _____________________________________________________________

l 4,1 _____________________________________________________________

Scrivi sotto forma di numero decimale:

Continua a leggere Esercizi sulle misure di capacità per la terza classe

Problemi sul litro e le misure di capacità per la classe terza

Problemi sul litro e le misure di capacità per la classe terza – una raccolta di problemi sul litro e le misure di capacità, difficoltà varia, per bambini della classe terza della scuola primaria.

Problemi sul litro e le misure di capacità per la terza classe

Questo è il contenuto:

Se il barista versa 4 volte la capacità di un litro, quanti litri versa?

Compero 6 litri di latte. Quante volte la lattaia deve adoperare il litro?

Ho versato nel lavandino il contenuto di 5 bottiglie di acqua da un litro e quello di due fiaschi d’acqua da due litri. Quanti litri d’acqua ho versato in tutto?

In una cantina vi sono tre botti che contengono rispettivamente l 95, l 142 e l 200 di vino. Quanti litri di vino contengono in tutto?

Quanti decilitri vi sono in 1 litro? E in 3 litri? In 5 litri? In 2 litri e mezzo? In mezzo litro? In 10 litri?

Continua a leggere Problemi sul litro e le misure di capacità per la classe terza

Catene di perle Montessori – tutorial e free download

Catene di perle Montessori – tutorial e free download. Le catene di perle sono serie di barrette (di perle colorate per i numeri da 1 a 9) e di perle dorate per la decina, che rappresentano in forma lineare il quadrato ed il cubo di ogni numero. Coi bambini più piccoli si prestano ad esercizi legati al contare ed all’esplorazione del numero e del sistema decimale, coi più grandi supporta lo studio delle potenze e dell’algebra.

Qui trovi qualche suggerimento per la costruzione in proprio del materiale, o in alternativa la versione stampabile gratuitamente; trovi invece presentazioni esercizi e giochi nella Giuda Didattica Montessori dedicata alla matematica, in particolare:

contare la catena di 100 e le altre catene dei quadrati dei numeri

contare la catene di 1000 e le altre catene dei cubi dei numeri.

________________________________

Partiamo dalla costruzione della catena del 100 e delle altre catene del quadrato dei numeri.

Questa è la catena del 100, cioè del quadrato di 10 (da realizzare naturalmente con le perle dorate)

psicoaritmetica Montessori 61
psicoaritmetica Montessori 60
psicoaritmetica Montessori 59
psicoaritmetica Montessori 58

Se desiderate realizzare il materiale con perle vere, dopo aver preparato le 10 barrette da dieci perle, congiungetele tra loro preparando degli anellini  di fil di ferro:

psicoaritmetica Montessori 55
psicoaritmetica Montessori 56
psicoaritmetica Montessori 57

Se non avete la possibilità di realizzare il materiale con perle vere, potete considerare l’idea di stampare e comporre sempre con anellini di fil di ferro o graffette queste catene pronte per la stampa:

catene di perle Montessori 56
perle dorate Montessori 53

download qui:

______________________________

Sia che usiate perle vere, sia che vogliate ricorrere alla versione stampabile, completano il materiale le frecce per contare (blu per le decine, rosse per le centinaia):

catene di perle Montessori 59

free download:

_____________________________

Le altre catene dei quadrati, oltre a quella del 100 (quadrato del 10) si preparano allo stesso modo, utilizzando le barrette di perle colorate per i numeri da 2 a 9 (il quadrato di 1 è 1):

congiungendo attraverso gli anellini di fil di ferro (o le graffette):

– 2 barrette del 2

– 3 barrette del 3

– 4 barrette del 4

– 5 barrette del 5

– 6 barrette del 6

– 7 barrette del 7

– 8 barrette dell’8

– 9 barrette del 9

è un materiale che, una volta preparato, si presta poi ad essere utilizzato anche per giochi con le tabelline e successivamente allo studio delle potenze dei numeri.

Questa è, se può essere utile, la versione stampabile:

perle dorate Montessori 50

free download:

_________________________________

E anche in questo caso, completano il materiale le frecce per contare; ho preparato una versione colorata (nei colori utilizzati per preparare il materiale stampabile) e una versione da colorare se utilizzate barrette di colori diversi:

free download:

_____________________________

La catena del 1000 e le altre catene dei cubi dei numeri

Continua a leggere Catene di perle Montessori – tutorial e free download

Il serpente dell’addizione Montessori

Il serpente dell’addizione è un esercizio che si può introdurre parallelamente a quello delle catene di 100

e delle catene di 1000,

e che ha lo scopo di far eseguire quasi meccanicamente piccole addizioni di unità, introducendo i bambini al calcolo mentale.

  Per giocare al serpente dell’addizione occorrono semplicemente le barrette di perle colorate e quelle di perle dorate (per il 10).

Se non vuoi acquistarle, trovi il tutorial per realizzarle in proprio qui: Costruire il materiale delle perle colorate Montessori.

Se non ti è possibile, puoi anche pensare di stampare la versione virtuale, che trovi qui: Perle colorate Montessori – download

perle colorate Montessori 2

E’ necessario disporre di una certa quantità di barrette. Il numero rappresentato da ciascuna di esse si conosce contando le perle che la compongono. A poco a poco, però, il colore aiuterà a riconoscere la quantità ed eliminerà l’impegno di dover contare una perla alla volta.

serpente dell'addizione 2
serpente dell'addizione 3

Si comincia l’esercizio disponendo in riga una certa quantità di bastoncini, scegliendoli a caso. Almeno in un primo momento, però, sarà meglio disporre i bastoncini in modo tale che i bastoncini-addendi in gioco (due o più) non diano come somma oltre la decina.  Questi bastoncini andranno allineati su un lungo tavolo o sul pavimento. Per fare in modo che non risulti troppo lunga, la linea non è diritta ma sinuosa, e ricorda un serpente.

serpente dell'addizione 4

Si inizia il conteggio e non appena si giunge a 10 unità, si isolano i bastoncini sommati, sostituendoli con un bastoncino dorato della decina. Quindi, a partire dalla decina, si riprende a contare fino a raggruppare altre dieci unità e, ancora, un bastoncino dorato va a sostituire quelli sommati, che si tolgono dal  serpente. E così si procede fino ad esaurire il conteggio.

Assistiamo a questa trasformazione: il serpente muta pelle e diventa via via tutto d’oro ,  e bastoncini di uguale lunghezza  vanno via via ad occupare il posto di quelli di lunghezza diversa. Il conteggio è servito a trasformare in decine quantità minori, destinate a fondersi nel dieci, base del sistema decimale.

L’esercizio offre la possibilità di eseguire semplici addizioni nel limite del dieci, dal momento che ogni volta si comincia daccapo, senza tener conto di quei bastoncini delle decine che si vanno allineando lungo il cammino. E’ un’attività sempre uniforme che va ripetendosi e che finisce col rendere facile, rapida e meccanica l’addizione di numeri inferiori al dieci.

In realtà si tratta di un grande lavoro di conteggio delle unità, che costringe a riflettere e ad eseguire un certo numero di sottrazioni contemporaneamente alle addizioni, per calcolare la quantità eccedente la decina, dopo che essa è stata formata.

Su questa particolarità si sviluppa l’esercizio con tutte le sue varietà, risultanti dai possibili accostamenti, nella formazione del serpente, di bastoncini differenti.

serpente dell'addizione 30

Poniamo il caso che il serpente cominci coi numeri 6 e 5:

serpente dell'addizione 31

la loro somma dà 11. Si isolano i due bastoncini, sostituendoli con un altro dorato, ma c’è ancora una perla (l’ultima del bastoncino marrone) che completa la quantità espressa dalla somma 5+6, cioè 5+6 è uguale a 10+1.

Questo uno appartiene al 6 che è stato isolato insieme al bastoncino del 5, infatti 6 = 5+1. Questo 1 che rimane è ancora da contare.

Proseguendo, supponiamo che gli altri bastoncini che seguono siano 8 e 6. L’addizione che si presenta per prima è 1+8=9, quindi si continua a sommare 9+6 =  15 = 10+5. Si isolano perciò i bastoncini 1, 8 e 6, sostituendoli con un bastoncino del 10 e uno del 5. Questo 5 è ciò che è rimasto del 6.

Questi resti di cui abbiamo parlato  devono potersi distinguere dai bastoncini colorati che costituiscono il serpente. Questi resti rappresentano la quantità che si è dovuta mettere da parte, poichè il bastoncino colorato conteggiato solo parzialmente non può essere spezzato. Però bisogna ricordarsi di tenerne conto nell’addizione successiva. Per rappresentare questi resti, c’è un materiale complementare che elimina ogni possibile confusione: i bastoncini per i cambi:

Continua a leggere Il serpente dell’addizione Montessori

Il tavoliere delle asticine Montessori per l’addizione – download

Il tavoliere delle asticine Montessori per l’addizione – La tavola dell’addizione con le asticine serve a introdurre le addizioni oltre il dieci. Si tratta di un materiale che permette di studiare, analizzandoli nei loro particolari, i passaggi già esaminati attraverso il Il serpente dell’addizione Montessori.

.

Il tavoliere delle asticine Montessori per l'addizione - free download 1

photo credit Gonzaga arredi

Si tratta di una tavola suddivisa in 18 colonne e 10 righe, che formano una quadrettatura di 2x2cm, nella versione originale. Una grossa linea verticale rossa situata fra la decima e l’undicesima (cioè dopo il numero 10) divide in due parti la tavola. Il materiale è completato da 9 asticine blu e nove asticine rosse, numerate entrambe da 1 a 9. Le asticine blu sono lisce, mentre quelle rosse sono quadrettate.

Le suddivisioni sono contrassegnate da numeri posti nella parte superiore che, in corrispondenza dei quadretti sottostanti, vanno da 1 a 10 alla sinistra della linea divisoria, e da 11 a 18 alla sua destra. I numeri da 1 a 10 sono scritti in rosso, mentre quelli da 11 a 18 in blu o nero. Sotto la striscia orizzontale che reca i numeri, sono presenti altre 10 strisce orizzontali: ne risulta una scacchiera rettangolare di 18 quadretti vuoti di base e di 10 di altezza.

Lo scopo di questo tavoliere è quello di mostrare chiaramente il passaggio attraverso il 10. Accompagnano il materiale due serie di asticine di legno della stessa altezza dei quadretti e di lunghezza variabile da 1 a 9 quadretti:

– nella prima serie le asticine sono blu e non risultano suddivise in quadretti; alla fine portano il numero che corrisponde alla quantità che rappresentano

– nella seconda serie, di colore rosso, le asticine risultano suddivise in tanti quadretti quante sono le unità di ciascun gruppo da esse rappresentato. Inoltre, nell’ultimo quadretto di ogni asticina, è presente il numero corrispondente alle unità che compongono il gruppo.

Ho preparato una versione piccola del tavoliere (che sta in un foglio a4 orizzontale) e una versione un po’ più grande (occorre unire tra loro due fogli a4 per ottenere il tavoliere completo):

Il tavoliere delle asticine Montessori per l'addizione - free download tavola-delladdizione-asticine-3
Continua a leggere Il tavoliere delle asticine Montessori per l’addizione – download

Tavola con asticine dell’addizione – tavole di controllo FREE DOWNLOAD

Tavola con asticine dell’addizione – tavole di controllo free download. Il lavoro necessario a calcolare qualsiasi addizione si incentra sempre intorno al 10. Le addizioni parziali dei gruppi possono rimanere al di sotto della decina, raggiungerla o superarla. Per completare l’esercizio col tavoliere delle asticine,

si offre un materiale scritto che conduce il bambino alla memorizzazione necessaria per il calcolo rapido.

In questo articolo trovi la versione stampabile gratuitamente di tutte le tavole per l’addizione predisposte dalla Montessori, la tombola dell’addizioni, i cartellini ed i moduli da compilare;  mentre trovi presentazioni, lezioni in tre tempi ed esercizi pratici qui:

Oltre al tavoliere il materiale comprende tutte le tavole di controllo previste da Maria Montessori, compresa la tombola dell’addizione:

Continua a leggere Tavola con asticine dell’addizione – tavole di controllo FREE DOWNLOAD

Aste numeriche Montessori – SOMME DI PROGRESSIONI ARITMETICHE

Aste numeriche Montessori – SOMME DI PROGRESSIONI ARITMETICHE. Come già spiegato qui:

coi ragazzi più grandi, nello studio dell’algebra, possiamo tornare ad utilizzare un materiale che hanno conosciuto quando avevano circa 4 anni: le aste numeriche.

Se non disponete del materiale, potete utilizzare queste aste da stampare, plastificare e ritagliare.

aste numeriche Montessori

file pdf:

___________________________________

Al livello della Casa dei Bambini, si disponevano le aste di lunghezza graduale una sotto l’altra, in modo che risaltassero le diverse lunghezze e i loro rapporti.

Poi, uno degli esercizi consisteva nel collocare l’asta più corta a fianco della penultima, poi l’asta del 2 accanto all’asta dell’8, l’asta del 7 accanto all’asta del 3 ecc… in modo da ottenere aste uguali a quella del 10. Solo l’asta del 5 non aveva compagno, indicando perciò la metà di 10.

aste numeriche Montessori

In questo modo si ottenevano cinque aste di valore 10 e una di valore 5: il conteggio di tutte le unità contenute nelle aste era così facilitato dalla loro stessa disposizione, che rappresentava la moltiplicazione 10×5=50 e l’addizione 50+5=55

Lo stesso concetto può essere rappresentato su carta quadrettata, in questo modo:

aste numeriche 117

ottenendo un quadrato che misura 10×10 (10²).

Continua a leggere Aste numeriche Montessori – SOMME DI PROGRESSIONI ARITMETICHE

Perle colorate Montessori – download

Perle colorate Montessori – download. Queste sono le barrette di perle colorate Montessori:

perle colorate Montessori 2

Trovi il tutorial per realizzarle qui:

Soprattutto pensando alle insegnanti che sentono quanto la psicoartimetica Montessori potrebbe essere d’aiuto nella scuola, non solo per il sostegno, ho anche preparato del materiale “virtuale” stampabile;

perle colorate Montessori 24

pronto per download e stampa cliccando qui: 

_________________________________

Dopo aver stampato, consiglio di plastificare, o almeno di incollare ad un cartoncino per rendere il materiale più resistente e facile da maneggiare.

Continua a leggere Perle colorate Montessori – download

Costruire le tavolette di Séguin

Costruire le tavolette di Séguin versione grande – Le tavolette a cifre mobili, chiamate tavolette di Seguin dal nome dell’ideatore, sono delle assi di legno nelle quali le cifre sono separate da  piccole assi orizzontali. Qui il post:

Eduard Séguin (1812-1880), collaboratore di Itard, fu l’iniziatore della pedagogia ortofrenica e promotore della creazione di istituzioni speciali per insufficienti mentali. Egli definì l’idiozia un’infermità del sistema nervoso che aveva per effetto la sottrazione di alcuni organi alla volontà, abbandonando il soggetto agli istinti. Il suo metodo consisteva nel provocare, attraverso opportuni esercizi e materiali didattici, l’attivazione dell’apparato muscolare e dei sensi per giungere a risvegliare l’intelligenza e ad esercitare la volontà. L’obiettivo era di rendere l’insufficiente mentale più adeguato ad affrontare le situazioni esistenziali quotidiane.

Qui trovi esempi di utilizzo delle tavole con la lezione in tre tempi:

tavole del Seguin
 photo credit: Gonzaga Arredi

Misurano indicativamente 31cmx12, le tessere dei numeri mobili 6cmx7cm. Le tessere coi numeri da 1 a 9 devono essere della misura giusta per scivolare negli spazi tra le assicelle orizzontali.

Ne esistono di due tipi:

col 10 ripetuto nove volte e le tessere da 1 a 9 (prima tavola di Seguin)

con la sequenza dal 10 al 90 e le tessere da 1 a 9. (seconda tavola di Seguin).

Quelle in commercio costano circa 50 euro l’una, ma costruirle è molto semplice. Io le ho realizzate con Word e le ho poi incollate su del cartone spesso:

Costruire le tavolette di Séguin download-3

Ne ho fatta anche una versione più piccola, per chi ha problemi di spazio, o per permettere ai bambini di portare le tavolette a casa.

Costruire le tavolette di Séguin download-5
Costruire le tavolette di Séguin download-2
Costruire le tavolette di Séguin download-1

Versione grande:

Costruire le tavolette di Séguin download-4

free download: 

Costruire le tavolette di Séguin images-12
Costruire le tavolette di Séguin images-20
Costruire le tavolette di Séguin perle-colorate-Montessori-33
Continua a leggere Costruire le tavolette di Séguin

Versione stampabile delle perle dorate Montessori

Versione stampabile delle perle dorate Montessori – Questo è il materiale delle perle dorate:

Versione stampabile delle perle dorate Montessori

potete trovare il tutorial per realizzarlo in proprio qui: Perle dorate Montessori: presentazione e tutorial per costruirle in proprio

Soprattutto pensando alle insegnanti che sentono quanto la psicoartimetica Montessori potrebbe essere d’aiuto nella scuola, non solo per il sostegno, ho anche preparato del materiale “virtuale” stampabile:

Versione stampabile delle perle dorate Montessori

pronto per download e stampa cliccando qui:

Continua a leggere Versione stampabile delle perle dorate Montessori

Esercizi di matematica – classe terza – DOPPIO E META’

Esercizi di matematica – classe terza – DOPPIO E META’

Esercizi di matematica – classe terza – DOPPIO E META’ – una raccolta di esercizi pronti per il download gratuito e la stampa, per la scuola primaria. Questo è il contenuto degli esercizi…

La metà dei numeri pari oltre la decina

La metà di 12 è 6

La metà di 14 è 7

La metà di 24 è 12

La metà di 26 è 13

La metà di 48 è 24

La metà di 62 è 31

Ricorda: per calcolare la metà dei numeri pari oltre la decina, prima si calcola la metà delle decine, poi quella delle unità, infine si fa la somma.

Esempio: la metà di 62 è 31. Ragionamento: la metà di 60 è 30; la metà di 2 è 1; 30 + 1 = 31

La metà dei numeri dispari oltre la decina

La metà di 13 è 6 e mezzo

La metà di 15 è 7 e mezzo

La metà di 17 è 8 e mezzo

La metà di 25 è 12 e mezzo

La metà di 29 è 14 e mezzo

La metà di 33 è 16 e mezzo

Ricorda: per calcolare la metà dei numeri dispari oltre la decina, prima si calcola la metà delle decine, poi quella delle unità, infine si fa la somma

Esempio: la metà di 71 è 35 e mezzo. Ragionamento: la metà di 70 è 35; la metà di 1 è mezzo; 35 + mezzo = 35 e mezzo.

Il doppio dei numeri

Ricorda: doppio vuol dire due volte.

Il doppio di 2 è 4

Il doppio di 4 è 8

Il doppio di 10 è 20

Il doppio di 15 è 30

Il doppio di 18 è 36

Il doppio di 40 è 80

Ricorda: per calcolare il doppio dei numeri oltre la decina, prima si calcola il doppio delle decine, poi quello delle unità, infine si fa la somma.

Esempio: il doppio di 34 è 68. Ragionamento: il doppio di 3 è 6; il doppio di 4 è 8;

60 + 8 = 68

Il paio

Ricorda: un paio vuol dire 2 cose: un paio di guanti sono 2 guanti; un paio di scarpe sono 2 scarpe; un paio di calze sono 2 calze.

Esercizi

Continua a leggere Esercizi di matematica – classe terza – DOPPIO E META’

Esercizi di matematica – Numerazioni per la terza classe

Esercizi di matematica – Numerazioni per la terza classe

Esercizi di matematica – Numerazioni per la terza classe – una raccolta di numerazioni per la classe terza della scuola primaria, pronte per il download gratuito e la stampa.

Questo è il  contenuto:

Numera per 2 da 0 a 40

Numera per 3 da 0 a 60

Numera per 4 da 0 a 80

Numera per 5 da 0 a 100

Numera per 2 da 1 a 41

Numera per 3 da 1 a 61

Numera per 4 da 1 a 81

Numera per 5 da 1 a 101

Numera per 2 da 40 a 0

Numera per 3 da 60 a 0

Numera per 4 da 80 a 0

Numera per 5 da 100 a 0

Numera per 2 da 45 a 5

Numera per 3 da 62 a 17

Numera per 4 da 87 a 19

Numera per 5 da 97 a 22

Numera per 2 da 50 a 120

Numera per 3 da 30 a 60

Continua a leggere Esercizi di matematica – Numerazioni per la terza classe

Esercizi di matematica – classe terza – unità decine e centinaia

Esercizi di matematica – classe terza – Unità decine e centinaia

Esercizi di matematica – classe terza – Unità decine e centinaia –  una raccolta di esercizi, pronti per il download e la stampa in formato pdf.

Questi sono gli esercizi contenuti…

Giochi con calcoli veloci

4 da – 5 u + 3 u = ……………………

6 da – 2 u + 1 u = ……………………

2 da – 10 u + 4 u = ……………………

5 da – 8 u + 6 u = ……………………

3 da – 7 u + 15 u = ……………………

9 u e 3 u = ………… da e …………. u

5 u e 7 u = ………… da e …………. u

2 u e 8 u = ………… da e …………. u

4 u e 9 u = ………… da e …………. u

7 u e 8 u = ………… da e …………. u

8 u e 9 u = ………… da e …………. u

2 u, 1 da e …….. u = 20

4 u, 2 da e …….. u = 30

25 u, 3 da e …….. u = 40

7 u, 4 da e …….. u = 50

9 u, 5 da e …….. u = 60

2 da + 6 u – 3 u = …………….

6 da + 0 u – 5 u = …………….

4 da + 8 u – 7 u = …………….

5 da + 7 u – 3 u = …………….

8 da + 1 u – 11 u = …………….

9 da + 7 u – 97 u = …………….

Quante unità mancano al numero 8 per formare la decina?

Quanto manca a 35 per arrivare a 60?

Quanto manca a 42 per arrivare a 57?

Se a 52 togli 4 decine, che numero rimane?

Se a 84 togli 4 decine, che numero rimane?

Se a 79 togli una decina, che numero rimane?

Scomposizione di numeri

89 =   8  da +   9  u

62 = ….. da + ….. u

43 = ….. da + ….. u

71 = ….. da + ….. u

88 = ….. da + ….. u

81 = ….. da + ….. u

54 = ….. da + ….. u

90 = ….. da + ….. u

96 = ….. da + ….. u

67 = ….. da + ….. u

84 = ….. da + ….. u

34 = ….. da + ….. u

Composizione di numeri

Continua a leggere Esercizi di matematica – classe terza – unità decine e centinaia

Esercizi di matematica – terza classe – Problemi

Esercizi di matematica – terza classe – Problemi – una raccolta di esercizi, pronti per il download e la stampa, in formato pdf.

Questi sono gli esercizi contenuti…

Problemi per la terza classe

Carlo ha ricevuto 3 decine di matite colorate. Quante matite colorate sono?

Nell’astuccio ci sono 3 decine di pennarelli. Quanti pennarelli sono?

Antonio ha compilato 15 schede. Quante decine e quante unità sono?

Da quante decine e da quante unità è formato il numero 39?

La mamma mette in un sacchettino 4 decine di bottoni. Quanti bottoni sono?

Scrivi i numeri 12, 34, 57, 82 e scomponili (ad esempio  12 = 1 decina e 2 unità)

Ieri Luciano ha risparmiato 25 centesimi. Oggi ha risparmiato 15 centesimi. Quanto ha risparmiato in tutto Luciano?

Ho sei decine di bottoni e voglio darle a sei bambini. Quanti bottoni darò a ciascun bambino?

In una gabbia ci sono 12 uccelli, in un’altra 29, in una terza 33. Quanti uccelli ci sono in tutto nelle gabbie?

Quante centinaia di bambini posso formare con 10 classi di 30 bambini ciascuna? E con 5 classi?

 Per un viaggio in treno il papà paga 2 centinaia di euro. Tu paghi la metà. Quante decine di euro costano in tutto i vostri biglietti?

 Per ottenere la somma di 300 euro, quante banconote da 100 occorrono? Quante da 10, da 20, da 50?

 Ho letto 28 decine e 5 unità di pagine di un libro che ne conta 300. Quante pagine mancano alla fine?

Conti una somma di denaro: sono due centinaia, 8 decine, e tre mezze decine di euro. Quanto hai in tutto?

 Nel negozio del fruttivendolo ci sono: due grosse ceste, ognuna delle quali contiene un centinaio di mele; 5 cestini con una decina di mele, e in un sacchetto di carta, 6 mele sciolte. Quante sono in tutto le mele?

 La mamma vuole acquistare una bicicletta che costa 300 euro ed ogni settimana risparmia 50 euro. Quante settimane ci vorranno per avere il denaro necessario?

 La mamma ha nel portafoglio 2 centinaia, 4 decine e cinque unità di euro. Quanti euro ha in tutto?

 Il papà deposita sul suo conto corrente 4 centinaia, 4 decine e cinque unità di euro. Quanto deposita in tutto?

 La mamma ha 25 banconote da 10 euro; il papà invece ne ha 3 da 100 euro. Chi dei due possiede la somma maggiore?

Continua a leggere Esercizi di matematica – terza classe – Problemi

Esercizi di matematica – classe terza – MISURE DI TEMPO

Esercizi di matematica – classe terza – MISURE DI TEMPO

Esercizi di matematica – classe terza – MISURE DI TEMPO: una raccolta di esercizi, pronti per il download e la stampa, sulle misure di tempo. Questi sono gli esercizi contenuti…

Esercizi con le misure di tempo per la terza classe

1 settimana è formata da 7 giorni

3 settimane sono formate da giorni ……………….

5 settimane sono formate da giorni ……………….

4 settimane sono formate da giorni ……………….

2 settimane sono formate da giorni ……………….

6 settimane sono formate da giorni ……………….

7 settimane sono formate da giorni ……………….

9 settimane sono formate da giorni ……………….

8 settimane sono formate da giorni ……………….

1 lustro è formato da anni 5

3 lustri sono formati da anni ………………….

2 lustri sono formati da anni ………………….

4 lustri sono formati da anni ………………….

5 lustri sono formati da anni ………………….

7 lustri sono formati da anni ………………….

6 lustri sono formati da anni ………………….

8 lustri sono formati da anni ………………….

9 lustri sono formati da anni ………………….

1 trimestre è formato da mesi 3

3 trimestri sono formati da mesi ………………….

5 trimestri sono formati da mesi ………………….

4 trimestri sono formati da mesi ………………….

2 trimestri sono formati da mesi ………………….

8 trimestri sono formati da mesi ………………….

9 trimestri sono formati da mesi ………………….

7 trimestri sono formati da mesi ………………….

6 trimestri sono formati da mesi ………………….

1 bimestre è formato da mesi 2

4 bimestri sono  formati da mesi …………………

3 bimestri sono  formati da mesi …………………

2 bimestri sono  formati da mesi …………………

6 bimestri sono  formati da mesi …………………

8 bimestri sono  formati da mesi …………………

5 bimestri sono  formati da mesi …………………

9 bimestri sono  formati da mesi …………………

7 bimestri sono  formati da mesi …………………

1 semestre è formato da mesi 6

3 semestri sono formati da mesi ……………….

2 semestri sono formati da mesi ……………….

5 semestri sono formati da mesi ……………….

4 semestri sono formati da mesi ……………….

8 semestri sono formati da mesi ……………….

9 semestri sono formati da mesi ……………….

7 semestri sono formati da mesi ……………….

6 semestri sono formati da mesi ……………….

1 mese è formato da settimane 4

3 mesi sono formati da settimane ……………….

2 mesi sono formati da settimane ……………….

5 mesi sono formati da settimane ……………….

8 mesi sono formati da settimane ……………….

7 mesi sono formati da settimane ……………….

9 mesi sono formati da settimane ……………….

6 mesi sono formati da settimane ……………….

4 mesi sono formati da settimane ……………….

1 anno è formato da mesi 12

3 anni sono formati da mesi ……………..

2 anni sono formati da mesi ……………..

5 anni sono formati da mesi ……………..

4 anni sono formati da mesi ……………..

6 anni sono formati da mesi ……………..

7 anni sono formati da mesi ……………..

8 anni sono formati da mesi ……………..

2 semestri sono formati da mesi ………………….

4 mesi sono formati da settimane ………………….

5 anni sono formati da mesi ………………….

8 bimestri sono formati da mesi ………………….

7 trimestri sono formati da mesi ………………….

5 lustri sono formati da anni ………………….

10 settimane sono formate da giorni ………………….

10 lustri sono formati da mesi ………………….

10 anni sono formati da mesi ………………….

9 anni sono formati da mesi ………………….

2 settimane sono formate da giorni …………………

5 trimestri sono formati da mesi …………………

4 bimestri sono formati da mesi …………………

2 mesi sono formati da settimane …………………

3 anni sono formati da mesi …………………

1 semestre è formato da mesi …………………

6 lustri sono formati da anni …………………

1 secolo è formato da anni …………………

1 trimestre + 9 mesi = anni …………………

1 semestre + 6 trimestri = mesi …………………

2 settimane + 1 mese = giorni …………………

4 anni + 1 trimestre = mesi …………………

1 mese + 2 settimane = settimane …………………

Problemi

Quanti giorni ci sono in due settimane? E in quattro settimane? E in 9 settimane?

Quanti mesi ci sono in 2 anni? E in quattro anni? E in 5?

Quante ore ci sono in 2 giorni? E in 3 giorni? E in  5 giorni?

Un bambino frequenta la scuola 4 ore al giorno. Quante ore in una settimana (6 giorni)?


Esercizi di matematica – classe terza – MISURE DI TEMPO

Qui il download gratuito degli esercizi in formato pdf

Esercizi di matematica – classe terza – MISURE DI TEMPO pdf

Continua a leggere Esercizi di matematica – classe terza – MISURE DI TEMPO

Paio doppio metà dozzina pari e dispari – esercizi per la 3a classe

Paio doppio metà dozzina pari e dispari – esercizi per la 3a classe

Paio doppio metà dozzina pari e dispari – esercizi per la 3a classe esercizi per la 3a classe pronti per la stampa in formato pdf.

Paio doppio metà dozzina pari e dispari – Questi sono tutti gli esercizi contenuti:

Completa:

3 paia + 4 paia + 2 paia = paia ……………

5 paia + 2 paia + 1 paia = paia ……………

2 paia + 6 paia + 5 paia = paia ……………

10 paia + 6 paia + 2 paia = paia ……………

20 paia + 5 paia + 3 paia = paia ……………

15 paia + 2 paia + 4 paia = paia ……………

12 paia + 0 paia + 8 paia = paia ……………

2 paia + 2 paia + 5 paia = paia ……………

Completa:

3 paia = u ……………….

2 paia = u ……………….

9 paia = u ……………….

4 paia = u ……………….

6 paia = u ……………….

8 paia = u ……………….

7 paia = u ……………….

12 paia = u ……………….

Completa:

7 paia = da………. u…………

5 paia = da………. u…………

8 paia = da………. u…………

12 paia = da………. u…………

30 paia = da………. u…………

9 paia = da………. u…………

Completa:

Continua a leggere Paio doppio metà dozzina pari e dispari – esercizi per la 3a classe

Operazioni e numerazioni per la 3a classe

Operazioni e numerazioni per la terza classe – esercizi pronti per la stampa in formato pdf.

Operazioni e numerazioni per la 3a classe – Questi sono tutti gli esercizi contenuti nelle schede:

Operazioni e numerazioni per la 3° classe

Numerazioni

Numera per 2 da 0 a 40

Numera per 3 da 0 a 60

Numera per 4 da 0 a 80

Numera per 5 da 0 a 100

Numera per 2 da 1 a 41

Numera per 3 da 1 a 61

Numera per 4 da 1 a 81

Numera per 5 da 1 a 101

Numera per 2 da 40 a 0

Numera per 3 da 60 a 0

Continua a leggere Operazioni e numerazioni per la 3a classe

Esercizi COMPOSIZIONE E SCOMPOSIZIONE DI NUMERI – classe 3a

Esercizi COMPOSIZIONE E SCOMPOSIZIONE DI NUMERI – classe 3a

Esercizi COMPOSIZIONE E SCOMPOSIZIONE DI NUMERI –  Una raccolta di esercizi e problemini per esercitare la composizione e scomposizione dei numeri in terza classe. In fondo al post trovate il file stampabile in formato pdf.

Scomponi in decine ed unità i seguenti numeri:

17 – 11 – 25 – 32 – 40 – 57 – 59 – 62 – 70 – 86 – 94 – 30 – 24- 15 – 10 – 64 14 – 26 – 13 – 46 – 37 – 18 – 55 – 64 – 36 – 98 – 71 – 12 – 99

Scrivi i numeri composti da:

3 decine e 0 unità ………………………

2 decine e 4 unità ………………………

8 decine e 2 unità ………………………

7 decine e 0 unità ………………………

4 decine e 7 unità ………………………

2 decine e 2 unità ………………………

6 decine e 8 unità ………………………

Completa: 

2 da + 4 u = u ………………………

3 da + 1 u = u ………………………

5 da + 6 u = u ………………………

8 da + 2 u = u ………………………

7 da + 4 u = u ………………………

9 da + 7 u = u ………………………

1 da + 4 u = u ………………………

6 da + 2 u = u ………………………

Completa: 

6 da + 5 u = u ………………………

9 da + 2 u = u ………………………

5 da + 3 u = u ………………………

7 da + 9 u = u ………………………

7 da + 50 u = u ………………………

8 da + 25 u = u ………………………

4 da + 16 u = u ………………………

9 da + 45 u = u ………………………

Completa:

30 u = da ………………………

50 u = da ………………………

20 u = da ………………………

10 u = da ………………………

90 u = da ………………………

70 u = da ………………………

10 u = da ………………………

100 u = da ………………………

Completa:

11 u = da ………… + u ……………

75 u = da ………… + u ……………

38 u = da ………… + u ……………

28 u = da ………… + u ……………

15 u = da ………… + u ……………

22 u = da ………… + u ……………

43 u = da ………… + u ……………

59 u = da ………… + u ……………

Completa:

dal numero 24 al numero 30 mancano ……………u

dal numero 12 al numero 22 mancano ……………u

dal numero 36 al numero 40 mancano ……………u

dal numero 45 al numero 53 mancano ……………u

dal numero 61 al numero 70 mancano ……………u

dal numero 82 al numero 90 mancano ……………u

Componi una decina in tre diverse maniere.

Componi il numero 30 in quattro modi diversi (con tre addendi).

Forma in diversi modi i seguenti numeri:

81 – 30 – 20 – 54 – 25 – 76 – 42

Problemi per il calcolo orale

Mario ha ricevuto in dono 4 decine di confetti. Quanti confetti sono?

La maestra ha raccolto 29 quaderni. Quante decine e quante unità sono?

Giuseppe possiede 40 soldatini. Quante decine di soldatini possiede?

La mamma ha comprato 5 decine di aghi e 4 aghi sciolti. In tutto quanti aghi ha comprato?

Il papà ha raccolto 3 decine di francobolli e la mamma ne ha raccolto 5 decine. Quale dei due ha un numero maggiore di francobolli?

Un negoziante ha venduto 26 abiti. Quante decine e quante unità sono?

Lucio ha due decine di pastelli; Giorgio ne ha 3 decine. Chi ha più pastelli?

La nonna ha raccolto 12 bottoni colorati, 3 decine di bottoncini bianchi e 4 bottoni neri. In tutto quanti bottoni ha raccolto?

Nel borsellino ho 8 decine e 9 unità di monetine da 1 centesimo. Quanti centesimi ho in tutto?

Se a 5 decine di matite ne aggiungi altre 2 decine, quante matite ottieni?

Nel mio portamonete ho 25 centesimi. Quanti centesimi mi mancano per averne 50?

Ho ricevuto un centinaio di palline e ne voglio dare una decina ad ogni bambino. Quanti bambini riceveranno il mio regalo?

Gino mette ogni giorno una moneta da 5 centesimi in una cassettina. Quanti giorni impiegherà a mettere da parte il denaro necessario per comperare un quaderno che costa 90 centesimi?

Il giornalaio mi cambia una moneta da 50 centesimi e una da 20 con tante monete da 10 centesimi. Quante me ne dà?

Il papà pesa 7 decine di chili. Il figlio pesa esattamente la metà. Quanti chili pesa il figlio?

In una cesta ci sono 70 uova. Quante decine di uova? Quante mezze decine?

Quante zampe si contano in 2 decine di conigli? E quante orecchie?

I numeri della tombola sono 90. Quanti ne restano nel sacchetto se ne hai già estratti 4 decine e mezzo?

Il maestro distribuisce 8 decine di matite tra 4 dei suoi alunni. Quante matite spettano a ciascun alunno?

Ho in tasca 95 centesimi. Di essi, 3 sono monete da 20 centesimi; le altre sono monetine da 5 centesimi. Quante sono le monetine da 5 centesimi?

Quante lenti ci sono in due decine di paia di occhiali?

Il nonno ha compiuto il quindicesimo lustro (periodo di 5 anni). Quanti anni gli mancano per raggiungere 8 decine?

Pierino conta sui fili della luce 5 decine di zampine di rondini. Quante sono le rondini? Quante decine?

Esercizi COMPOSIZIONE E SCOMPOSIZIONE DI NUMERI – classe 3a

Puoi scaricare e stampare gli esercizi proposti, in formato word o pdf, qui:

Esercizi COMPOSIZIONE E SCOMPOSIZIONE DI NUMERI – classe 3a – pdf:

Continua a leggere Esercizi COMPOSIZIONE E SCOMPOSIZIONE DI NUMERI – classe 3a

Moltiplicazioni e divisioni coi numeri decimali – Esercizi

Moltiplicazioni con numeri decimali – Esercizi

327,5 x 12,6 = 4.126,50

658,05 x 42,6 = 28.032,93

42,8 x 32,35 = 1.384,58

548,6 x 32,35 = 17.862,416

535,8 x 45,9 = 24.593,22

509,06 x 30,4 = 15.475,424

568,38 x 6,5 = 3.6994,47

327,45 x 9,8 = 3.209,01

432,5 x 17,7 = 7.655,25

794,5 x 84,65 = 67.254,425

Divisioni con numeri decimali:

54.181,824 : 9,6 = 5.643,94

435,948 : 0,37 = 1.178,2 (resto 14)

2.329,884 : 0,94 = 2.478,6

638,375 : 0,93 = 686,4 (resto 23)

268.364,04 : 6,8 = 39.465,3

9.553,352 : 8,2 = 1.165,04 (resto 24)

7.432,6 : 1,7 = 4.372 (resto 2)

12.328,5 : 0,35 = 35.224 (resto 10)

4.575,466 . 0,78 = 5.865,9 (resto 64)

6.981,64 : 0,68 = 10.267 (resto 8)

Cesto dei solidi geometrici Montessori

Cesto dei solidi geometrici Montessori: presentazioni ed esercizi per bambini del nido e della scuola d’infanzia. Il materiale fotografato per queste presentazioni è di Montessori 3D di Boboto.

Con la cesta dei solidi geometrici si introducono nuovi vocaboli, incoraggiando al contempo l’esplorazione tattile e l’esperienza pratica.

Il cesto comprende dieci forme:

– cubo: ogni lato misura 6 cm

– sfera: diametro di 6 cm

– cono: il diametro della base è 6 cm e l’altezza 10 cm

– cilindro: il diametro della base è 6 cm e l’altezza 10 cm

– parallelepipedo (prisma a base rettangolare) i lati misurano cm 10 e cm 6

– prisma a base triangolare: i lati delle basi misurano 6 cm e le altezze 10 cm

– ovoidale: asse maggiore 10 cm e minore 6 cm

– ellissoide: asse maggiore 10 cm e minore 6 cm

– piramide a base quadrata: i lati della base misurano cm 6 e l’altezza è 10 cm

– piramide a base triangolare: i lati della base misurano cm 6 e l’altezza è 10 cm.

Coi bambini più piccoli si possono tra queste selezionare sette solidi soltanto: cubo, cilindro, prisma a base triangolare, prisma a base rettangolare, piramide a base quadrata, piramide a base triangolare e cono.

“Il grande piacere che i bambini provano nel riconoscimento degli oggetti per mezzo del tocco della loro forma, corrisponde per sé stesso ad un esercizio sensoriale.

Molti psicologi hanno parlato del senso stereognostico, cioè della capacità di riconoscere forme per il movimento dei muscoli della mano, che segue i contorni degli oggetti solidi. Questo senso non consiste nel solo senso del tocco, perché la sensazione tattile è soltanto quella per la quale noi percepiamo differenze in qualità di superfici (ruvido o liscio).

Le percezioni di forma vengono dalla combinazione di due sensazioni, tattile e muscolare, cioè da sensazioni di movimento… quello che noi chiamiamo nei ciechi senso tattile, è in realtà, molto spesso, il senso stereognostico; cioè, essi percepiscono per mezzo delle loro mani le forme dei corpi.

E’ la speciale sensibilità muscolare del bambino da tre a sei anni di età, quella che forma la sua propria attività muscolare, che stimola in lui l’uso del senso stereognostico. Quando il bambino spontaneamente si benda gli occhi per riconoscere i diversi oggetti, come gli incastri solidi e piani, egli esercita questo senso. Vi sono molti esercizi che il bambino può fare ad occhi chiusi.

Nel materiale di sviluppo vi sono anche solidi geometrici dipinti in turchino chiaro.

La maniera più divertente per insegnare al bambino a riconoscere queste forme, è di fargliele palpare ad occhi chiusi, invitandolo a indovinare il loro nome: questo sarà insegnato con apposite lezioni in tre tempi. Dopo un esercizio di tal genere il bambino, quando ha gli occhi aperti, osserva le forme con un interesse più vivo.

Un’altra maniera di interessarlo ai solidi geometrici, è di farli muovere. La sfera rotola in tutte le direzioni; il cilindro rotola in una sola direzione; il cono rotola intorno a se stesso; il prisma e la piramide, in qualunque maniera, poggiano stabilmente ma il prisma cade più facilmente che non la piramide.

Basterà un accenno per far rilevare delle analogie nell’ambiente. Come l’analogia del cilindro con una colonna, della sfera colla testa umana, ecc., e si resterà stupiti della capacità che hanno i bambini nel trovare da sé simili analogie”.

Maria Montessori –  Manuale di pedagogia scientifica.

_______________________

Solidi geometrici Montessori

Presentazione 1 – lezione in tre tempi per imparare i nomi dei solidi geometrici

Materiale:

– dieci solidi geometrici in un cesto rivestito di stoffa o allineati su un vassoio (con i bambini più piccoli meglio usare 7 solidi e non 10)

– tappeto o tavolo.

Presentazione:

Continua a leggere Cesto dei solidi geometrici Montessori

Schede dei numeri Montessori – free download

Schede dei numeri Montessori – free download. Per  i vari utilizzi delle schede dei numeri, consulta il materiale presente nella guida didattica Montessori.

Queste schede esistono in vari formati:

– i primi cartelli grandi dei numeri da 1 a 10

– le schede grandi, colorate, da 0 a 9000. Seguendo le indicazioni Montessori avremo le unità verdi, le decine blu, le centinaia rosse e le migliaia di nuovo verdi.

– le schede grandi, nere, da 0 a 9000

– le schede piccole, nere e colorate, da 0 a 9000

____________________________________________________________

Schede dei numeri Montessori – free download

primi cartelli dei numeri da 1 a 10

cartelli dei numeri Montessori da 1 a 10

________________________________________________________________

 Schede dei numeri Montessori – free download

Schede grandi, colorate, da 0 a 9000

cartellini dei numeri Montessori 1

____________________________________________________________

Schede dei numeri Montessori – free download

Schede grandi, nere, da 0 a 9000

cartelli dei grandi numeri Montessori da 0 a 9000 neri

____________________________________________________________

Schede dei numeri Montessori – free download

 Schede piccole, colorate, da 0  a 9000

cartellini dei numeri Montessori 1

____________________________________________________________

Schede dei numeri Montessori – free download 

Schede piccole, nere, da 0 a 9000

cartelli dei grandi numeri Montessori da 0 a 9000 neri
Continua a leggere Schede dei numeri Montessori – free download

Numeri e gettoni Montessori – come costruire il gioco in proprio

Numeri e gettoni Montessori – come costruire il gioco in proprio. Dopo il casellario dei fuselli e le aste numeriche abbiamo un terzo materiale, che consiste in dieci cartoncini separati, su ciascuno dei quali è scritto un numero: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10, e 55 piccoli oggetti separati che possono essere gettoni colorati, giocattolini uguali, palline, monetine, tappi delle bottiglie di plastica, ecc…

Trovi le indicazioni per la presentazione del materiale e gli esercizi nel sito.

Questo è un esempio di gioco in commercio:

numeri e gettoni Montessori

photo credit: Gonzaga Arredi

Se può essere utile, ho preparato due giochi in formato pdf, stampabili gratuitamente:

la versione a colori

numeri e gettoni Montessori

______________________________

e la versione in bianco e nero:

Se scegliete la versione in bianco e nero, basterà stampare su carta colorata (rossa o arancione):

Dopo aver stampato la versione che preferite, consiglio di incollare i fogli a del cartone, anche di recupero:

ed eventualmente di plastificare:

numeri e gettoni Montessori 8

prima di procedere al ritaglio:

Continua a leggere Numeri e gettoni Montessori – come costruire il gioco in proprio